Sei nuovi murales d’artista: Ravo torna ad Angera

Il progetto "Angera Hub del Lago Maggiore" per la valorizzazione dei piccoli borghi permetterà di realizzare una pinacoteca a cielo aperto.

Ca(Ravo)ggio, work in progress

Andrea Ravo Mattoni torna ad Angera. L’artista di fama internazionale già nel settembre 2016 fu chiamato dall’Amministrazione Molgora a valorizzare il centro storico realizzando con l’uso di oltre 180 bombolette spray il grande murale ispirato al celebre Fanciullo con canestra di frutta di Caravaggio. Grazie al progetto”Angera Hub del Lago Maggiore” per la valorizzazione dei piccoli borghi cofinanziato da Regione Lombardia, si concretizza nella nostra città la tanto attesa Pinacoteca a cielo aperto.

Come ha sottolineato Valeria Baietti, Assessore alla Cultura e al Turismo: «Dopo il grande successo del murale di Ravo tanto apprezzato dagli Angeresi e dai visitatori, abbiamo voluto continuare nel progetto di valorizzazione artistica della nostra città. In occasione dell’apertura del Settembre Angerese, presenteremo al pubblico il progetto “Arte Angerese a cielo aperto”».

Ravo realizzerà 6 interventi che verranno collocati sui muri delle vie del centro storico, seguendo la tipologia di opere proposte in questi anni in varie città italiane ed europee. L’artista dipingerà a bomboletta particolari di affreschi angeresi noti e meno noti, conservati in edifici ecclesiastici o privati, e un’opera ispirata a un disegno di Leonardo da Vinci. «Queste opere – prosegue Baietti – permetteranno ai cittadini di riappropriarsi e prendere consapevolezza della tradizione artistica locale, saranno tappe di un itinerario culturale, turistico ed esperienziale appositamente creato e fruibile da tutti, tramite il quale si vuole porre l’attenzione, e quindi la tutela, sul patrimonio materiale e immateriale, far conoscere gli elementi tipici della cultura locale, le tradizioni cui la cittadinanza è legata, le opere cui il pubblico generico non ha solitamente accesso per svariati motivi di conservazione o di proprietà. Un sincero ringraziamento a tutte le proprietà, le persone e le associazioni coinvolte che hanno collaborato con vero entusiasmo e partecipazione alla realizzazione del progetto».

L’artista, moderno interprete del passato, lavorerà en plein air sotto gli occhi dei passanti nel borgo in Piazzetta Ex-Sama, Via Greppi, dal 19 al 25 agosto. Per vedere nascere le sue opere realizzate, domenica 25 agosto alle ore 10 sarà proposto un itinerario di backstage artistico gratuito di un’ora e mezza, accompagnato da una guida esperta e qualificata. Il tour, su prenotazione obbligatoria e a posti limitati, partirà dal Museo Archeologico in via Marconi, 2 alle ore 10:00.

Sarà possibile iscriversi presso l’Infopoint turistico entro e non oltre le ore 13.00 di venerdì 23 agosto. Nella stessa giornata, anche dai Baranzit partirà alle ore 9.30 da Via Volturno una passeggiata guidata da un istruttore qualificato della Ass. Salus Group ASD per raggiungere il centro storico e vedere l’artista al’opera.

Ravo regalerà poi una performance artistica anche in occasione della Festa dell’Associazione Rione Baranzit dalle ore 14. L’inaugurazione ufficiale della Pinacoteca a cielo aperto sarà venerdì 30 agosto alle ore 17.30 in Piazzetta Ex Sama – Via Mario Greppi, e, insieme alla storica Festa rionale degli Amici della Bruschera, darà inizio alla sesta edizione del Settembre Angerese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore