Da Eolo soffia forte il vento dell’innovazione

L’azienda bustocca si trasforma in un hub di riflessione sulla trasformazione del mondo digitale. E annuncia nuove assunzioni per il dipartimento di Ricerca&Sviluppo

Eolo

Fibra ottica, 5G, Machine Learning, Cybersecurity, automazione delle reti. Sono solo alcuni dei temi di Networking Innovation Corner, evento organizzato da EOLO nella sua sede a Busto Arsizio il 26 e il 27 settembre. Con professionisti e docenti universitari provenienti da tutto il mondo verranno indagate le soluzioni più all’avanguardia dell’ingegneria informatica e dibattute le tematiche più calde. Per l’occasione EOLO descriverà le innovazioni più recenti prodotte dall’azienda, tra cui nuovi algoritmi di traffic-engineering, e aprirà le selezioni per la ricerca di un Network Software Engineer.

L’evento, dai contenuti specialistici rivolti a tutte le persone interessante ai temi di networking, mira a promuovere la filosofia dell’Open Networking ed è organizzato in collaborazione con ITNOG “On The Road”, manifestazione internazionale il cui obiettivo è avviare un serrato dibattito fra gli operatori di rete in tutte le comunità locali italiane per ottenere una più stretta collaborazione fra i vari player del settore. Sulla pagina FB di EOLO è disponibile la diretta FB della giornata del 26.

“Siamo molto fieri di questo evento, che abbiamo voluto con forza e per cui abbiamo speso impegno, energia e passione” commenta Francesco Alberti, Responsabile R&D & Test Plant di EOLO “Il dipartimento di Ricerca&Sviluppo è il cuore pulsante delle attività di EOLO. È importante far vedere ai giovani che ci sono anche nel nostro Paese realtà che offrono possibilità di crescita e che investono per creare un futuro sempre più all’avanguardia. In EOLO crediamo che questa sia la soluzione migliore per rimanere attrattivi: mostrare un’idea di futuro da poter costruire insieme”.

Il dipartimento di Ricerca&Sviluppo di EOLO conta 6 persone che quotidianamente si occupano dello sviluppo del progetto BLU e del test-plant, cercando di integrare soluzioni open-source, eventualmente customizzate, a soluzioni proprietarie destinate a cambiare il settore delle telco.

EOLO è un ISP FWA italiano con una rete di proprietà in continua espansione e con caratteristiche non convenzionali. La presenza di numerosissimi link wireless per il trasporto di traffico di backhaul, l’assenza di gerarchia su una topologia di oltre duemila nodi e l’elevato mesh-factor (numero medio di connessioni per nodo della rete) impongono l’utilizzo di soluzioni che combinino protocolli di routing classici a framework nati in ambito Software Defined Networking. Per questo nasce uno dei nostri fiori all’occhiello: il progetto BLU.

BLU, arrivato alla sua quinta candelina, nasce per favorire una crescita veloce, sia in termini di coverage geografico che in termini di customer-base, ad un prezzo competitivo rispetto a soluzioni black-box presenti sul mercato. Il framework ha saputo reggere la sfida di “portare Internet dove gli altri non arrivano”, mission di EOLO, grazie ad un costante lavoro di ricerca e sviluppo. La natura open di questo progetto permette di combinare al suo interno componenti open-source di rilievo, primo tra tutti il kernel Linux, soluzioni proprietarie ed altre completamente sviluppate internamente.

In BLUos, sistema operativo sviluppato da Eolo per i suoi whitebox switch, protocolli di routing classici come BGP e OSPF si interfacciano con Open vSwitch in modo da ottenere un control plane automatico, distribuito e programmabile.

BLUgw, il controller centralizzato dei nostri router, sviluppati nel reparto di ricerca e sviluppo di EOLO, utilizza protocolli di comunicazione allo stato dell’arte (es., gRPC), solver matematici proprietari, e database di ultima generazione per garantire proprietà di automazione e tolleranza ai guasti in tutte le fasi di progetto e manutenzione della nostra rete.

Volete sapere di più? Volete raccogliere la sfida di portare internet dove gli altri non arrivano?

Candidatevi a: https://www.eolo.it/jobs/job/network-software-engineer/

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 27 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore