Shock alla ITW di Barasso, quattro lavoratori licenziati via Skype

Durante un collegamento con la casamadre i vertici aziendali hanno annunciato licenziamenti e tagli per il sito produttivo. Quattro manager sono stati accompagnati alla porta, i lavoratori si sono riuniti in presidio

itw barasso

La scena è quella che si vede spesso nei film americani: lavoratori e manager che vengono licenziati seduta stante e che vengono accompagnati alla porta dagli uomini della sicurezza con tanto di cartone tra le braccia. Una cosa molto simile è stata vissuta questa mattina dai 60 lavoratori della ITW di Barasso, azienda americana dell’indotto dell’elettrodomestico. Durante un collegamento via Skype con la casa madre i vertici aziendali hanno annunciato esuberi e tagli. Quattro manager, tra cui la responsabile delle risorse umane, sono stati allontanati e a quel punto il resto dei lavoratori, che già ieri si erano riuniti in assemblea, hanno chiesto un secondo colloquio con l’azienda.
«Una arroganza inaudita – dice Marinela Cozma della Fin Cisl dei laghi -. Nessuno si sarebbe mai aspettato una comunicazione così importante fatta in un modo così irrispettoso della dignità dei lavoratori».  L’azienda in questi mesi non ha usufruito della cassa integrazione e non ci sarebbero ristrutturazioni all’orizzonte. «Tra i lavoratori c’è preoccupazione – aggiunge Otello Amabile della Uilm – la comunicazione è stata scioccante e, vista l’aria che tira in azienda, ci si aspetta di tutto. Ho fatto comunque presente ai vertici aziendali che qui non siamo in America, ma in Italia, dove le relazioni sindacali hanno ancora un valore sia economico che umano».

La ITW si occupa della progettazione e del controllo di qualità di alcuni accessori che vengono inseriti negli elettrodomestici. Tra i suoi committenti ci sono colossi del calibro di Whirlpool, Merloni ed Electrolux.

 

itw barasso

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore