Sulle tribune del palazzetto torna lo “spaltista”

Con il cambio di gestione dei bar dell'Enerxenia Arena arriveranno i "bibitari" che proporranno snack e bevande ai tifosi durante le partite

Basket presentazione Milenko Tepic da Ada Vendor

Nella stagione agonistica ormai alle porte – prima di campionato il 26 settembre contro Sassari, antipasto il 20 con l’amichevole contro il SAM Massagno – ci saranno alcune variazioni rispetto al recente passato per quanto riguarda il settore della “ristorazione” (le virgolette perché alla Enerxenia Arena non è presente un vero ristorante) al palazzetto dello sport di Varese.

La gestione dei bar del palazzetto infatti passerà (dopo qualche frizione – evitabile – con i precedenti baristi) a un’azienda di Olgiate Olona, la Ada Vending, la stessa in cui si è svolta la presentazione di Milenko Tepic nella mattinata di venerdì 6 settembre, e tra le altre cose porterà nelle casse biancorosse un introito che i contratti precedenti non prevedevano. Ada Vending è una società che si occupa anzitutto di distribuzione automatica ma che sta crescendo anche nel settore del banqueting e del catering. (foto in alto Luca Amoruso tra Tepic e Andrea Conti)

La novità più “folkloristica” e visibile a tutti gli spettatori sarà quella del ritorno dello “spaltista”, termine più adatto per indicare il “bibitaro” e cioè la figura incaricata di passare sulle tribune dotata di casse a tracolla per la vendita diretta di snack, bevande, panini e patatine. Un tempo a Masnago era la regola, e il ruolo era affidato al mitico “Boninsegna”, al secolo Francesco Barelli, personaggio storico e molto amato dai tifosi che purtroppo è scomparso nel novembre del 2015.

«Avremo quattro ragazzi in giro per le tribune con questo compito – conferma a VareseNews Luca Amoruso, dirigente di Ada Vending – un gruppetto che farà parte del gruppo di dieci-dodici persone che la nostra azienda porterà al palazzetto in occasione delle partite per gestire le varie attività». La “rete” comprende infatti sia il bar centrale situato all’ingresso del parterre, sia tre chioschi sparsi nei vari settori di Masnago, sia la zona hospitality aperta a VIP e sponsor nel tunnel interno. Le tempistiche burocratiche hanno per il momento impedito un profondo intervento sui bar, ma nel corso della stagione ci saranno diverse novità: «Stiamo pensando a premi e altre iniziative per coinvolgere sempre di più la gente che viene al palazzetto e che si può “appassionare” anche alla nostra offerta – prosegue Amoruso – Siamo all’esordio in questo genere di incarichi ma abbiamo molte idee e anche la consulenza di chi per anni ha organizzato questo servizio a San Siro: nella partita di precampionato con Massagno inizieremo il nostro percorso».

«Tra gli interventi in corso – spiega infine Marco Zamberletti, responsabile marketing della Pallacanestro Varese – c’è anche quello realizzato in collaborazione con Carlsberg Italia per il rifacimento delle “vie” di spillatura della birra. Un’altra collaborazione importante con un marchio (quello del Birrificio Poretti ndr) strettamente legato al territorio che da diversi anni è vicino alla nostra società».

Tepic: “La mia esperienza al servizio della Openjobmetis”

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 06 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore