Truffe commerciali e firme false, arrestata una 55enne italiana

Secondo l'accusa la donna otteneva in modo fraudolento carte di credito, abbonamenti telefonici e contratti di leasing

Avarie

Una donna di 55 anni, cittadina italiana ma residente nel Locarnese, è stata arrestata dalla Polizia cantonale. E’ sospettata di aver indebitamente ottenuto una serie di beni o servizi compilando a nome e all’insaputa di terzi (di cui veniva falsificata la firma) documenti per la sottoscrizione di carte di credito, abbonamenti telefonici e contratti di leasing. Il tutto per un ammontare ancora in fase di quantificazione.

Le principali ipotesi di reato nei confronti della 55enne sono quelle di truffa, falsità in documenti e falsità in certificati.

L’inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Daniele Galliano e la misura restrittiva della libertà è già stata confermata dal Giudice dei provvedimenti coercitivi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore