La KP-75 e il periodo d’oro del calcio finlandese

I ragazzi del Keravan Pallo hanno vinto la finale alla Verona Cup. Segnale che il calcio finlandese sta crescendo vistosamente

Keravan Pallo Malpensa

Jalkapallo. Significa calcio in finlandese. Per tanto tempo, il mondo del pallone ha ignorato la Finlandia, che negli anni ha sfornato pochi giocatori di rilievo. Gli appassionati, oltre a Jari Litmanen – ex di Barcellona e Ajax, considerato il miglior calciatore finlandese di tutti i tempi – ne ricordano ben pochi.

Ora, tuttavia, le cose stanno cambiando. Ci sono molti segnali che lasciano presagire un momento d’oro del calcio finlandese: la nazionale, nel girone di qualificazione agli europei, è seconda dopo l’Italia a cinque punti dalla terza, e con ogni probabilità staccherà il pass per Euro 2020– per la prima volta nella storia – insieme a noi; Teemu Pukki, la star della nazionale, con la maglia del Norwich ha avuto un inizio sfolgorante nella prima parte della Premier League, il campionato più importante al mondo, vincendo addirittura il premio di giocatore del mese(è il terzo finlandese della storia, dopo Sami Hyypia e Mikael Forssell). In tutto questo, c’è la piccola realtà del Keravan Pallo-75.

Provenienti da Kerava, cittadina a 30 minuti a nord di Helsinki, sono arrivati in Italia – passando da Malpensa– per partecipare alla Verona Cup. Si tratta di un torneo organizzato sul lago di Garda per ragazzi e ragazze dai 10 ai 19 anni. E nella categoria Under14, sono arrivati primi. «È una grande soddisfazione», ci dice, soddisfatto, l’allenatore della squadra Pasi Koivunen. I ragazzi, pronti per tornare in Finlandia, girano per l’aeroporto con il sorriso stampato in faccia. Il capitano, un alto centrale di difesa, ha lo sguardo sicuro; si fa fotografare con la coppa ben stretta tra le mani. Uno di loro indossa la divisa dell’Arsenal: «Sono un grande tifoso dei Gunners, come molti qui tra noi. Il mio giocatore preferito? Pierre-EmerickAubameyang». Si riferisce all’attaccante dell’Arsenal, che con la provincia di Varese ha un legame particolare: i suoi due fratelli, Willy e Catilina, vivono da anni a Gallarate. E lui, quando finisce la stagione, torna sempre. Il legame nasce ai tempi del Milan, quando Aubagiocava nelle giovanili (il Milan l’ha ceduto per 1 milione; l’Arsenal, per strapparlo al Dortmund, ne ha sborsati 64).

La Keravan Pallo-75 (o KP-75) è una realtà di calcio giovanile ben organizzata. Conta circa 200 coach volontari, tre allenatori a tempo pieno e un allenatore part time. E se la nazionale sta ottenendo ottimi risultati, il merito è anche loro: il difensore Jukka Raitala, colonna della nazionale con 46 presenze, attualmente al Montreal Impact, è cresciuto nel Keravan Pallo. Era titolare nella recente vittoria per 3-0 contro l’Armenia, che li ha avvicinati ulteriormente all’obiettivo storico. Per una piccola squadra, vedere un giocatore che ha successo non è solo motivo di orgoglio: i premi, come il contributo di solidarietà, possono rappresentare una risorsa preziosissima per queste realtà.

La star Teemu Pukki, soprannominato dai tifosi del Norwich ‘The Goat’ (Greatest Of All Time, il più grande di tutti i tempi). Dal profilo Twitter della Veikkausliga

I campionati più grandi, come quello inglese, hanno condizionato e tutt’ora condizionano il calcio finlandese. La Premier League è seguitissima, oltre che in Inghilterra, in tutti quei paesi in cui i campionati nazionali sono di livello relativamente modesto. Ma questo, evidentemente, non sta impedendo al calcio finlandese di sbocciare. La nazionale sta vivendo un momento magico da quando in panchina è subentrato Markku Kanerva, ex insegnante di matematica, che ha permesso alla squadra di vincere il proprio girone di Nations League, e che adesso potrebbe qualificarsi agli europei senza passare dai playoff. E in Italia, per gli appassionati, c’è una pagina Facebookche segue costantemente la Veikkausliiga, la prima divisione finlandese.

di
Pubblicato il 18 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore