Il lago “tira” anche in autunno: oltre 700 in gara a colpi di remo

Sabato la disputa della Insubria Rowing Cup sulle acque tra Schiranna e Groppello. Domenica si assegnano gli "scudetti" di fondo: partenze dal trampolino di Biandronno e arrivo a Varese

canottaggio otto canottieri varese

Chi pensa al canottaggio come a una disciplina da praticare solo nei mesi tiepidi o caldi si sbaglia. Vero: la maggior parte dei grandi eventi sono posizionati tra primavera ed estate, ma la stagione dei remi è ben più lunga e si ferma solo per il gelo, quando gli atleti lavorano in palestra o al remoergometro.

La dimostrazione arriva in questi giorni sul lago di Varese che tra sabato 26 e domenica 27 ottobre sarà campo di gara per oltre 700 atleti provenienti da tutta Italia in rappresentanza di una cinquantina di società. Due le manifestazioni in programma: sabato pomeriggio dalle 14,30 si disputa l’Insubria Rowing Cup, sfida in singolo sulla distanza dei 6mila metri (nel canottaggio olimpico le gare misurano 2mila metri), una prova che torna in calendario dopo sei stagioni e che ha raccolto 137 iscritti. Oltre al singolo, sono previste gare di doppio e due senza: partenza e arrivo alla Schiranna e giro di boa a Groppello (frazione di Gavirate) così che il pubblico possa gustare diverse fasi della regata.

Domenica 27 invece il lago sarà teatro dei Campionati Italiani di fondo (quindi su lunga distanza) con quasi 600 iscritti che hanno già garantito la propria presenza. Le gare sono in programma tra le 9,30 e le 14 e in acqua ci saranno le “barche lunghe”, quindi il quattro di coppia e l’otto; saranno assegnati i titoli assoluti per le categorie agonistiche (da Ragazzi a Senior) mentre Allievi, Cadetti e Master concorreranno per la classifica nazionale a punti. Anche in questo caso sono sei i chilometri previsti ma in linea: si parte dal trampolino di Biandronno per arrivare alla Schiranna, con gli ultimi 2 chilometri che ricalcano il campo di regata varesino dove si disputa anche la Coppa del Mondo.

Tanti, ancora una volta, gli atleti di casa nostra che cercano un risultato di rilievo nonostante la presenza di avversari provenienti da tutto lo Stivale. La Canottieri Gavirate metterà in acqua ben 86 tesserati, la Canottieri Varese – società organizzatrice – ne schiera invece 66 mentre anche Corgeno sarà “over 50”, con 51 iscritti. A seguire tutte le altre, locali e non.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore