Violenze in famiglia, “i servizi sociali sono intervenuti tempestivamente”

La vicenda della donna picchiata di fronte ai figli ha toccato molti. "Ora è in una comunità protetta", dice l'assessore al sociale Melissa Derisi

Lonate Pozzolo municipio Comune

Ha toccato molti la storia della donna nordafricana di Lonate Pozzolo che ha subìto – insieme ai figli – mesi di violenze e umiliazioni. Una vicenda emersa solo ora, ma che ha vissuto il suo momento più drammatico a fine settembre, con il pestaggio che ha mandato in ospedale la donna.

Picchia la moglie per mesi davanti ai figli, arrestato

È a quel punto che è scattato l’intervento dei carabinieri. E non solo: «I nostri servizi sociali sono intervenuti tempestivamente» spiega Melissa Derisi, assessore del Comune di residenza della famiglia, Lonate Pozzolo appunto.

«I carabinieri erano in contatto con i servizi sociali, che sono intervenuti tempestivamente al momento del ricovero in ospedale, a seguito della denuncia presentata dalla donna». Che è ora lontana – insieme ai figli –  dal compagno violento: Comune e carabinieri si sono infatti attivati per l’inserimento in una comunità protetta, che rimane segreta.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.