Dieci anni di musica live: buon compleanno Twiggy

I festeggiamenti per l'importante traguardo sono in programma per venerdì sera, dalle 18 in poi. "Siamo riusciti a perseguire il nostro obiettivo nel tempo e questa è una soddisfazione"

Generico 2018

Hanno aperto il locale facendo una scommessa: riportare la musica live nel centro della città. A dieci anni di distanza si può dire che quella sfida è stata vinta e che Twiggy è diventato un punto di riferimento per tantissimi varesini.

«Siamo riusciti a perseguire il nostro obiettivo nel tempo, e questa è una soddisfazione», spiega Francesco Brezzi gestore del locale e patron della casa discografica Ghost Records. «La nostra idea era quella di offrire al pubblico qualcosa di unico e ci siamo riusciti, nonostante le tante difficoltà incontrate e in una città non sempre facile».

In questo decennio infatti, il locale in stile Anni’60 che prende il nome della famosa modella britannica, ha organizzato oltre ottocento concerti con artisti provenienti da tutto il mondo. Il piccolo palcoscenico dalla luci soffuse ha visto passare nomi importanti del panorama musicale, quando ancora erano degli emergenti: basti pensare a Tommaso Paradiso, ad esempio o a Dente, artista che ha anche pubblicato il suo terzo disco proprio con la casa discografica varesina, o al Teatro degli Orrori ai tempi in cui il locale occupava anche lo spazio della Cantine Coopuf. E ancora i Calibro35 o i There Will Be Blood.

Da ricordare la reunion degli OTR, «un evento di cui siamo molto contenti perchè ci ha permesso di mettere un tassello in una storia importante», o il live con Silver MT. Zion «per l’atmosfera unica che si è creata quella sera».

Una lunga lista di nomi, segno che Twiggy è riuscito a creare una cultura musicale per la città, ma anche diventare punto di riferimento per artisti e band di tutta Italia. «Gestire un locale richiede molta fatica, anche per gli aspetti più pratici, oltre ad una costante ricerca per cercare di offrire un servizio unico e accattivante», continua Brezzi ripensando al lontano 2009 quando diede inizio, insieme ad un altro socio, a questa avventura che ha sempre collaborato con le realtà del territorio.

I festeggiamenti per l’importante compleanno sono in programma per venerdì sera, quando lo staff e gli affezionati clienti si troveranno davanti ad una grande torta per ricordare una Varese che negli anni è certamente cambiata, ma anche per rilanciare una nuova stagione. «Non posso che ringraziare tutte le persone che collaborano con me, il mio socio Andrea Frattini, la responsabile di sala Elena Coggi e Fabrizio Peccerillo, responsabile della parte tecnica e musicale. Oltre a Giuseppe Marmina ovviamente, con me dall’inizio di questa avventura, senza di lui non sarei mai riuscito a raggiungere questi risultati».

Domenica sera, il programma del locale, continua con il concerto della band elvetica “One Sentence. Supervisor”, dalle 21 e 30, ingresso libero, come sempre.

di adelia.brigo@varesenews.it
Pubblicato il 13 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore