Dissequestrati i cani di Albizzate. Due cuccioli nel frattempo sono morti

Colpo di scena: il legale della famiglia ha ottenuto il ribaltamento del provvedimento

cani

Colpo di scena ad Albizzate: i sette cani sequestrati nella villa Liberty del paese tornano “liberi”.
Il sequestro preventivo non è stato infatti convalidato in tribunale a Busto Arsizio.

Nel frattempo i cani erano stati portati in canile e una femmina aveva partorito alcuni cuccioli, due dei quali sono morti dopo essere venuti alla luce.

Il sequestro preventivo (che è un provvedimento penale) è stato fatto per inosservanza di una precedente ordinanza del sindaco – che imponeva di ridurre il numero di cani presente nella proprietà – e per maltrattamenti di animali. «Ma sia la Polizia Locale sia le Guardie Zoofile hanno rilevato che non sono maltrattati» obbietta l’avvocato Stefania Gagni, legale della famiglia proprietaria degli animali (dodici, solo sette sottoposti a sequestro).

Il giudice ha respinto il sequestro per una pluralità di ragioni: perché il precedente provvedimento non era stato notificato in termini corretti e perché non c’erano evidenti segni di maltrattamenti. Anzi secondo l’avvocato della famiglia «i cani sono stati traumatizzati» dall’improvviso trasferimento e il parto prematuro dei cuccioli sarebbe da ricondurre a questo. «Mi riservo a questo punto di vedere tutte le carte».

 

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.