Quantcast

Il Maestro Silvano Scaltritti torna a Mosca per la prima di “Frenzy”

La nuova composizione per tromba e orchestra verrà eseguita il 2 di dicembre per il Nutcraker Contest winner. Il brano èdedicato al giovane e talentuoso trombettista Alexandr Rublev

vario

Il musicista e compositore oraghese Silvano Scaltritti, torna in Russia, dove il 2 dicembre verrà eseguito in prima mondiale “Frenzy”, brano commissionato per il Nutcraker Contest winner e dedicato al giovane e talentuoso trombettista Alexandr Rublev che verrà accompagnato nell’esecuzione, dall’orchestra sinfonica di Mosca.

Dopo i successi di “Virtuousax” nel 2017 a Mosca e “Frames” (Homage to Tchaikovsky) nel 2018 a San Pietroburgo, Scaltritti torna con una nuova composizione nella terra del grande compositore russo.

Questa composizione è un classico esempio di come l’essenzialità può essere utilizzata in musica. Una composizione per strumento solista, solitamente ha una durata non inferiore ai 14-15  minuti,  che sono il tempo ideale per una sala da concerto ma diventano un tempo lunghissimo per un programma televisivo seguito da milioni di spettatori e trasmesso in diretta su tutto il territorio nazionale.

Proprio per assecondare i tempi televisivi, il Maestro Scaltritti  ha sintetizzato il suo pensiero musicale in un brano che in circa 5 minuti  esprime in maniera completa la composizione passando da una introduzione di carattere marziale ad una parte centrale molto melodica e finendo con un allegro che permette al solista di  mettere in mostra una grande tecnica interpretativa.

Silvano Scaltritti ha dimostrato che è possibile comporre un brano di musica classica che pur nella brevità dei tempi della televisione di massa, rispetti tutti canoni della composizione classica; un raro esempio di essenzialismo musicale.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore