Dalla Forcora alla Scandinavia, il sogno di Valentina

La 32enne cresciuta a Luino vuole realizzare un sogno: essere la prima donna italiana a partecipare alla Fjällräven Polar, la spedizione di 300 km che attraversa la tundra con i cani da slitta. Come aiutarla? Votatela

Varese generiche

La passione per lo sci e la montagna è nata proprio qui, sulle nostre cime varesine, quando in Forcora suo padre le insegnava a sciare e ad appassionarsi agli sport invernali. Adesso Valentina Pino, 32enne luinese, trapiantata a Cardano al Campo per lavoro, ha in mente una sfida con se stessa: essere la prima donna italiana a partecipare alla Fjällräven Polar, la spedizione internazionale lunga 300 Km che ogni anno attraversa la tundra artica scandinava – tra Tromso e Kiruna- con i cani da slitta.

Per essere selezionata – ogni anno solo 20 persone in tutto il mondo riescono a salire sulle slitte e ad avventurarsi in questa spedizione – ha però bisogno di un ‘piccolo’ aiuto e per questo si rivolge ai lettori di VareseNews: «Gli organizzatori scelgono ogni anno i partecipanti attraverso due criteri differenti: la presentazione che ciascun candidato fa di sé (ecco la scheda di Valentina) e il numero dei voti che raccoglie. La competizione è pensata per persone “normali”, quindi non atleti o esperti di sport estremi. Spero che tutta la provincia mi voti in massa, aiutandomi a realizzare il mio sogno: prometto che se mi dovessero selezionare vi racconterei di questa esperienza, descrivendovi cosa si prova in quei luoghi incontaminati, a contatto con la natura, in continua sfida con se stessi».

Valentina non nasconde il suo entusiasmo quando racconta di questo sogno: «Mio padre mi ha messo sugli sci fin da bambina: abitavo a Luino e salivo spesso in Forcora per le prime discese. Da allora l’amore per la natura, la montagna e gli sport invernali non mi ha mai lasciato, anzi: è cresciuta con me. E’ già il quarto anno che tento di partecipare, ogni volta a fine novembre cerco di coinvolgere amici e famigliari chiedendo loro di votarmi: lo so – ammette con un sorriso – stresso tutti quelli che incontro per avere un voto in più, ma ci tengo veramente. Tra l’altro nessuna donna ha mai partecipato alla
Fjällräven Polar e sarebbe incredibile poter essere la prima».

Non solo, anche l’Italia avrebbe bisogno di poter vantare qualche iscritto in più, come spiega Valentina: «Questa gara è nata nel 1997 e ogni anno ha raccolto partecipanti da tutto il mondo, ma, da allora, è stato scelto un solo italiano: Lorenzo Bartolotto, che lo scorso anno fu selezionato per l’area geografica del mediterraneo insieme ad un ragazzo greco. Non è il momento di avere la prima donna italiana fra il team vincente?!».

Cosa aspettate? Le selezioni termineranno fra quattro giorni: votate Valentina, che potrebbe anche spegnere le candeline circondata dal bianco della neve: «La Fjällräven Polar quest’anno si svolgerà dal 30 marzo al 5 aprile e il 5 aprile è proprio il mio compleanno: sarebbe un sogno poter festeggiare lì. Se mi votate e riuscirò a vincere il contest vi porterò sulla slitta con me e vi farò sentire cosa si prova in quei luoghi incantati, grazie ai miei racconti. Per me è davvero importante».

Per votare Valentina basta cliccare qui.

di
Pubblicato il 07 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore