A Tradate la nuova caserma dei Vigili del fuoco

È un distaccamento volontario che servirà l’importante bacino di comuni nella Valle Olona: inaugurazione sabato 7 dicembre

Avarie

La notizia arriva con Santa Barbara, giusto sotto l’albero di Natale: a Tradate da sabato 7 dicembre sarà attivo il distaccamento di vigili del fuoco volontari.

Un presidio importante per il territorio che si aggiunge a quelli già operativi (e ai due già attivi gestiti da personale volontario, di Laveno Mombello e Gallarate).

L’annuncio è arrivato direttamente dal comandante provinciale, l’ingegner Antonio Albanese che ha confermato la bontà del metodo adottato dal suo insediamento: «Collaborazione totale con le amministrazioni comunali», che dunque si traduce nel fronte comune per arrivare agli obiettivi.

«In questo caso vorrei estendere un ringraziamento speciale all’amministrazione comunale di Tradate per l’impegno profuso, i cui frutti vedremo tra pochi giorni».

Saranno difatti 26 le unità presenti nel distaccamento: personale che svolge altre professioni, ma che alla chiamata si rende disponibile per comporre equipaggi di supporto agli effettivi, ma spessissimo di primo impiego: una “prima linea“ sul territorio in caso di bisogno (che spesso è anche il primo equipaggio ad intervenire, come nel caso dell’incendio di Luino di qualche mese fa in un condominio quando uno dei vigili del fuoco volontari di Laveno Mombello, di professione giardiniere, ha salvato dalle fiamme una madre e la sua bambina).

Coordinatore del distaccamento sarà il Capo Reparto Enrico Meroni un vigile del fuoco in pensione premiato nella cerimonia odierna all’Istituto De Filippi (nella foto sotto), che ha nel corso di decenni acquisito altissime competenze professionali che non andranno così perse, ma che serviranno, sia pure nella veste di “volontario“ ad assicurare formazione e competenza, comunque garantita dal superamento di un corso le cui lezioni si sono tenute per tutta l’estate.

Avarie

Il nuovo distaccamento di Tradate sarà dunque operativo tra pochi giorni in un bacino di utenza importante dislocato nel territorio della Valle Olona che servirà da Castiglione Olona a Cairate, da Castelseprio passando per Venegono e Gorla (inferiore e superiore), Lonate Ceppino, Vedano Olona solo per citare alcuni fra i centri della zona.

di
Pubblicato il 02 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore