Scuole green, Legambiente premia ACOF

La premiazione della scuola perché attua “buone pratiche” per controllare e ridurre i consumi energetici

premio ACOF Legambiente

La scuola di formazione professionale ACOF di Busto Arsizio con sede in Piazza Gallarini, 6 è stata premiata venerdì 17 gennaio dal Circolo Legambiente BustoVerde come realtà virtuosa e che attua “buone pratiche” per controllare e ridurre i consumi energetici.

Si tratta del “Premio Cigno Verde”  che Circolo Legambiente BustoVerde ha deciso di assegnare alle Green School di Busto Arsizio che hanno conseguito il Green Factor per l’anno scolastico 2018-2019. La premiazione si è tenuta presso l’Aula Magna del Liceo Artistico P. Candiani in via L. Manara 10, conferendo i premi a coloro che nell’ambito del territorio cittadino si sono distinti  per attività di carattere ambientalista.

Una piccola rappresentanza di alcuni studenti, accompagnata dai docenti che seguono il progetto, ha così ritirato il riconoscimento, illustrando le attività green svolte nell’anno scolastico 2018-19 e quelle in programma per l’anno 2019-20. Alla premiazione era presente anche l’Assessore all’Ambiente Laura Rogora che ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto, facendo i complimenti agli studenti.

Il riconoscimento ad Acof  arriva dopo due anni di partecipazione ad attività legate all’ecosostenibilità.  La scuola si è concentrata, lo scorso anno, sul tema dei rifiuti (riduzione, raccolta differenziata, abbandono rifiuti).   Studenti, insegnanti e collaboratori scolastici hanno cooperato per partecipare attivamente al progetto ottenendo la certificazione “C” come scuola green. Gli studenti hanno misurato per un periodo la quantità di rifiuti di plastica prodotti durante la giornata scolastica calcolando poi le emissioni di CO2; inoltre hanno realizzato materiale video e grafico di sensibilizzazione su queste tematiche, creato oggetti artistici con materiale di riciclo e realizzato un’edizione speciale del giornale interno a tema green. 

In programma per questo anno, la scuola prevede di continuare a lavorare sul pilastro dei rifiuti e introdurrà quello della mobilità. Verranno organizzate delle giornate della mobilità sostenibile per il personale della scuola, in cui tutti saranno invitati a recarsi a scuola in bici, a piedi, coi mezzi pubblici o con il car sharing.

Il 6 dicembre scorso, in occasione dello spettacolo “Acof  Mega Show”, presso il Teatro Sociale Delia Cajelli di Busto Arsizio, si è parlato di ambiente e i ragazzi si sono resi protagonisti di un flash mob per riflettere sul tema dei rifiuti, della raccolta differenziata e del riutilizzo.  Nelle sfilate del corso di sartoria non sono passati inosservati i pregevoli abiti realizzati dagli allievi con materiale di riciclo.

Nel foyer del teatro inoltre è stato predisposto del materiale informativo creato dai ragazzi del corso di Operatore grafico e una piccola esposizione di oggetti realizzati grazie al riciclo creativo. L’attenzione della scuola è quella di impegnarsi in prima persona e sensibilizzare gli studenti e le famiglie alle tematiche del rispetto dell’ambiente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore