Al “giovedì del benessere culturale” arriva il navigatore Ulisse

Il prof. Alberto Introini racconta la figura dell'eroe nelle pagine di Dante, con la possibilità di acquisizione di crediti formativi per gli studenti delle superiori

Ferno generica generiche

Dopo il viaggio introspettivo-emozionale alla scoperta della nostra mente, proseguono a Ferno “I giovedì del benessere culturale” proposti dall’amministrazione comunale – assessorato alla Cultura. In particolare, a partire dal 13 febbraio sarà la volta di una serie di incontri dedicati alla letteratura di Dante (giovedì 13 febbraio), di Leopardi (giovedì 20 febbraio) e di Gabriele D’Annunzio (giovedì 5 marzo).

A condurre le tre conferenze letterarie sarà il Prof. Alberto Introini, docente di Lingua e Letteratura italiana presso l’Istituto Elvetico di Lugano, autore del libro “Il mare oltre la siepe – Conoscenza e coraggio in Dante e Leopardi”, fresco di pubblicazione, dopo “Racconti di un giorno e di un anno” e la raccolta di poesie “Una strada”. 

Il primo incontro, dal titolo “Ulisse e il coraggio della conoscenza”, è in programma per giovedì 13 marzo alle ore 20.45 nella Sala Consiliare di via Roma 51. 

Al centro della serata l’Ulisse di Dante.

Si chiede Alberto Introini nel suo libro: “Per quali motivi la figura e il personaggio di Ulisse affascina scrittori, artisti e gente comune di ogni epoca? Perché ci piace così tanto e ci sta simpatico?”. Sarà proprio questo lo spunto introduttivo dell’incontro di giovedì sera alla ricerca di risposte e approfondimenti che il Prof. Introini cercherà di fornirci passando attraverso gli scritti e le parole di Dante Alighieri.

L’ingresso alla serata è libero e gratuito. Ciascun incontro darà agli studenti delle scuole superiori il diritto di acquisire crediti formativi validi per il proprio percorso scolastico.

«I giovedì del benessere culturale – anticipa l’assessore alla Cultura Sarah Foti – si concluderanno giovedì 12 marzo 2020, con una degustazione di vini in musica in compagnia di Gigi Brozzoni, curatore della ‘Guida Oro – I Vini di Veronelli’, e Michele Guadalupi, studioso e appassionato di strumenti antichi e musiche del periodo rinascimentale barocco, oltre che sensibile ed eclettico chitarrista. Dopo le serate dedicate all’introspezione emozionale e agli incontri di letteratura, il percorso si concluderà con un appuntamento volutamente rivolto ad una diversa ed ulteriore prospettiva di racconto e di narrazione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore