“Dark web” e i ragazzi nella ragnatela del sexting

L'ultimo romanzo di Sara Magnoli per giovanissimi vende e crea dibattito anche tra gli adulti con una serie di incontri sul tema dell'uso consapevole del web

Generico 2018

A una settimana dall’uscita nelle librerie “Dark web” è stato primo tra le vendite del giorno di Ibs, e poco dopo ha raggiunto lo stesso traguardo su Amazon: segno che di questo libro se ne sentiva il bisogno. Per i giovanissimi ma anche per i loro genitori “perché del mondo virtuale si parla tantissimo, ma girando nelle scuole mi sono accorta che spesso lo si fa senza cognizione di causa, tra ragazzi e anche tra adulti”, spiega Sara Magnoli giornalista e scrittrice gallaratese di libri per ragazzi che ha appena pubblicato per Pelle d’oca editore il romanzo giallo “Dark Web”.

Vesna è un nome falso. Quello scelto dalla protagonista quattordicenne Eva per diventare una influencer da milioni di like. “La sua avventura nasce da un insieme di storie che possono accadere e che sono accadute”spiega la Magnoli raccontando di mesi di ricerche tra articoli di giornali e incontri con “tecnici” della materia, dagli agenti della Polizia postale alle psicologhe dell’età evolutiva, passando per l’aiuto fondamentale di un sostituto procuratore e della sua esperienza in Tribunale.

“Ho scoperto che non c’è una tipologia di adescato, nessuno è immune alla rete del web che può diventare una ragnatela se utilizzata senza la giusta consapevolezza, necessaria anche ad evitare dei reati cui alcuni ragazzi vanno incontro anche solo banalmente per superficialità”, racconta l’autrice che, nel sviluppare gli eventi offre ai lettori anche una serie di consigli utili su un’altra rete, quella di sostegno, cui rivolgersi in caso di guai, a partire dalla polizia postale.

Generico 2018

Tra i personaggi fondamentali del romanzo infatti c’è anche Giovanni Boccaccio, nick name dell’ispettore Rocco d’Antonio cui spetta il compito di salvare Eva dalle trappole del sexting in cui è caduta ignara, stringendo un sodalizio virtuale con Doom Lad, il “ragazzo del destino” che ha incontrato su Instagram e che dopo i messaggi, le videochiamate e le immagini le propone un incontro in hotel. Eva questa volta è da sola, non c’è schermo o famiglia a proteggerla.
In un ritmo sempre più serrato il finale riserverà una sorpresa e il ribaltamento di ogni sospetto.

Quello che più mi rende orgogliosa di questo libro sono le chiamate che sto ricevendo da diverse città per serate e incontri di presentazione in cui parlarne con ragazzi, genitori e addetti ai lavori”, afferma l’autrice che parteciperà anche al salone del libro di Bologna.
I Prossimi incontri nel Varesotto e dintorni:

Sabato 20 febbraio alle ore 21
Biblioteca di Robecchetto con Induno
Incontro con l’autrice e con la sostituto procuratore Annamaria Fiorillo e le informatiche forensi maria Pia Izzo ed Eva Balzarotti

Sabato 7 marzo alle ore 16
Libreria Biblos Mondadori
In occasione del Festival Filosofarti sara Magnoli sarà alla libreria di Piazza della Libertà per parlare di luci ed ombre del web.

Giovedì 19 marzo alle ore 20.30
Samarate Loves Books
L’autrice sarà ospite dell’associazione per presentare il suo “Dark Web”

di
Pubblicato il 17 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore