Quantcast

Il gioco che educa e cura in Università

Le funzioni di prevenzione, educazione e formazione del gioco psicomotorio, anche a scuola, nel convegno di sabato 22 febbraio alle ore 9 nell'Aula magna di via Ravasi

Generico 2018

Con oltre 200 prenotazioni già sottoscritte, il convegno dedicato alla psicomotricità “Il gioco che educa e curaè costretto a spostarsi in una sala più grande. Inizialmente previsto in sala Montanari l’evento sarà invece ospitato dall’aula magna dell’Università dell’Insubria (in via Ravasi 2, a Varese), sempre nella mattinata di sabato 22 febbraio dalle ore 9 alle 13.

Il tema del gioco psicomotorio sarà analizzato nelle sue funzioni di prevenzione, educazione e formazione con il contributo di esponenti di spicco della Psicomotricità a livello nazionale, autori di importanti testi di studio ed approfondimento, considerati fondamentali nella letteratura della pedagogia della Psicomotricità.

A cominciare dallo psicologo e terapista di neuropsicomotiricità nell’età evolutiva Giuseppe Nicolodi, con il compito di declinare i contributi della pedagogia della psicomotricità al disagio educativo delle istituzioni scolastiche. E del mondo della scuola ha fatto parte per anni Carla Maria Barzaghi, psicomotricista e pedagogista docente dell’Università di Genova (Dipartimento di Scienze della Formazione) che introdurrà la mattinata con “Relazioni in gioco: la psicomotricità nella teoria e nella pratica di Lapierre”.

Giocano “in casa” gli altri due relatori: Luisa Formenti, psicomotricista e insegnante di scuola primaria che affronterà il tema dei “Corpi e relazioni in gioco: gli adulti e lo spazio dei bambini” e Roberto Soru, psicomotricista relazionale e Direttore scientifico della Scuola di formazione in Psicomotricità relazionale di Varese, promotrice dell’evento che sarà coordinato dalla co-fondatrice del Centro di Psicomotricità relazionale di Varese, Liliana Maffei.

Il Convegno è rivolto a insegnanti, educatori, psicomotricisti, genitori, operatori e professionisti dell’area socio sanitaria ed è realizzato con il Patrocinio del Comune di Varese e la collaborazione dell’Ufficio scolastico provinciale
La partecipazione al convegno è gratuita, previa iscrizione compilando l’apposito modulo da richiedere a scuolapsi2018@gmail.com. (Per i docenti in servizio l’iscrizione andrà effettuata su www.scuolaesportvarese).
Per maggiori informazioni: 347 2506558.

di
Pubblicato il 17 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore