La “Taino di una volta” per decorare le vetrine dei negozi chiusi

Fotografie e cartoline d'epoca per decorare gli spazi esterni dell'ex farmacia di via Mazzini. E il Comune invita gli altri proprietari di locali non più in funzione a replicare l'idea

Taino negozi foto storiche

“Alzare le saracinesche dei locali chiusi e abbellire le vetrine con fotografie e cartoline d’epoca”. È questa l’iniziativa che il comune di Taino sta cercando di promuovere per “dare nuova linfa” al centro storico sulle colline del Lago Maggiore.

Negli scorsi giorni un primo esperimento dell’amministrazione aveva già catturato l’attenzione dei passanti e ottenuto diverse riscontri sui social network: la serranda dell’ex farmacia in via Mazzini, ora spostatasi in via Battisti, è stata infatti nuovamente alzata e decorata da Non Solo Promtion, ditta tainese specializzata in grafiche che ha utilizzato alcune vecchie cartoline di Taino messe a disposizione da Alberto Sculatti.

«Un caloroso ringraziamento alla signora Marisa (titolare degli spazi, ndr) per aver accolto il nostro invito. – commenta il vicesindaco e assessore al commercio Dario Baglioni -. Ci piacerebbe che tutti i proprietari di negozi dismessi partecipassero a questa iniziativa per valorizzare la nostra Taino. Chi fosse interessato può venire in comune e dare la propria disponibilità».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore