Per l’emergenza sanitaria l’ospedale sospende alcune attività

L'azienda ha applicato l'ordinanza che blocca alcune attività. I parenti possono accedere secondo nuove modalità

ospedale sant'anna

«I problemi dei nostri operatori sono i nostri problemi e il primo obiettivo è mettere tutti nelle condizioni di lavorare in sicurezza e serenità». Con queste parole il direttore generale dell’Asst Lariana Fabio Banfi ha aperto l’incontro che si è svolto questo pomeriggio con i sindacati.

Alla relazione informativa sulle giacenze e distribuzione dei dispositivi (la cosiddetta mascherina chirurgica, ad esempio, sarà fornita a tutto il personale di front-office e agli operatori che potrebbero essere esposti al rischio di un contatto con una persona potenzialmente contagiosa) e agli ulteriori ordinativi già avviati nei giorni scorsi dagli uffici amministrativi, è seguita la comunicazione dei servizi sospesi su indicazione regionale dal 25 febbraio e fino al 1 marzo, salvo ulteriori prescrizioni (sospensione dei concorsi, sospensione delle attività di prevenzione di vaccinazione e screening e dello sportello Scelta e Revoca, sospensione delle attività ambulatoriali di medicina legale, ossia le sedute di commissioni invalidi, commissioni patenti e le attività di sportello correlate).

E’ stata condivisa la decisione di ridurre l’affluenza dei parenti negli orari di visita e limitato pertanto l’ingresso in ospedale e nelle strutture sanitarie ad un parente per ogni paziente.

E’ stata, altresì, auspicata la massima collaborazione di tutti nell’evitare di diffondere qualunque tipo di informazione che possa contribuire a generare situazioni di criticità o allarmismo nei cittadini.

Le chiusure disposte da Regione Lombardia fino al 1 marzo
A seguito delle indicazioni pervenute da Regione Lombardia, Asst Lariana a partire da domani 25 febbraio e fino al 1 marzo sospenderà i concorsi banditi; le attività di prevenzione di vaccinazione e screening; lo sportello Scelta e Revoca; le attività ambulatoriali di medicina legale, ossia le sedute di commissioni invalidi, le commissioni patenti e le attività di sportello correlate.

Per ridurre l’affluenza negli orari di visita è stato altresì deciso di ridurre l’ingresso dei visitatori in ospedale e nelle strutture sanitarie ed ogni paziente, pertanto, potrà ricevere la visita di un parente/visitatore. Si ricorda, inoltre, che in ospedale l’ingresso dei minori di dodici anni non è permesso. Fino a nuova comunicazione, in attuazione dell’ordinanza regionale, saranno sospesi gli eventi di divulgazione al pubblico, i corsi di formazione, la presenza delle associazioni di volontariato nelle hall degli ospedali di Asst Lariana (banchetti informativi e/o di raccolta fondi).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore