Monsignor Delpini ad Azzate: incontro con i collaboratori economici delle parrocchie

Mercoledì 19 l'arcivescovo di Milano atteso al cine-teatro "Castellani": parlerà della sua lettera "Amministrare con responsabilità" diretta ai laici che hanno compiti finanziari nelle comunità locali

L'arcivescovo Delpini a Gallarate

Tappa nel Varesotto per l’Arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, atteso nella serata di mercoledì 19 febbraio al cinema-teatro “Castellani” di Azzate a partire dalle ore 20,45.

L’appuntamento è inserito in un ciclo di quattro incontri che porterà monsignor Delpini in diverse zone della Diocesi di Milano per presentare la propria lettera diretta ai laici che amministrano gli affari economici delle parrocchie e delle comunità pastorali. Il ciclo inizia oggi – martedì 18 – in Sant’Ambrogio a Milano e proseguirà poi a Lecco e Bollate nelle serate di giovedì 20 e venerdì 21.

La lettera, che sarà distribuita ai presenti, si intitola “Amministrare con responsabilità” e invita i laici impegnati negli affari economici a passare dalla collaborazione a una più ampia corresponsabilità amministrativa con i parroci. «L’amministrazione dei beni ecclesiastici è un servizio delicato, prezioso, complicato – sottolinea Delpini – Ha un valore simbolico di grande impatto perché attraverso quello che si fa per le strutture e per le risorse, di cui la comunità cristiana dispone, è possibile offrire una testimonianza della destinazione dei beni ecclesiastici al servizio della comunità, della solidarietà con i poveri, della custodia di un patrimonio unico di storia e cultura».

Si tratta di un servizio che richiede «competenze, esperienza, sensibilità e tempo». Proprio in virtù di queste peculiari caratteristiche l’arcivescovo chiede ai laici di fare un passo in avanti: «questo è forse il tempo per compiere un passaggio: dall’essere collaboratori e consiglieri ad assumere personalmente responsabilità nell’amministrazione dei beni della comunità e nella gestione delle iniziative. Fa parte dell’atteggiamento tipico della nostra terra la reazione al lamento con la dedizione: invece di lamentarti di come è rovinato il mondo, metti mano all’impresa di aggiustarlo!»

All’incontro di Azzate sono invitati i consiglieri “Caep” (Consiglio Affari Economici Parrocchiali) impegnati nelle parrocchie della Zona pastorale di Varese, una delle sette in cui è suddivisa quella che è la più grande Diocesi d’Europa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore