Il Tar sospende i lavori per il parcheggio di Capolago

Non cominceranno fino a decisione del tribunale i lavori per la struttura, inizialmente previsti per la primavera

Rotonda di Capolago

Il Tar ha sospeso il cantiere del “parcheggio della ciclabile” a Capolago, approvando la richiesta di sospensiva fatta dalla società Capolago srl, proprietaria dell’hotel adiacente.

Il “parcheggio della ciclabile” di Capolago si farà

Non cominceranno fino a decisione del tribunale, quindi, i lavori per la struttura, che inizialmente erano previsti per la primavera.

«Noi non siamo contro parcheggio tout court: ma cosi come è nel progetto si prevede la distruzione delle opere che sono state realizzate a suo tempo per mettere in sicurezza idrogeologica il territorio circostante – spiega la società che ha chiesto la sospensione dei lavori per voce dell’avvocato Bruno Santamaria – Una distruzione che rimette di nuovo a rischio l’area, con possibili gravi danni all’albergo adiacente e alle persone. Le opere realizzate finora hanno permesso di fermare gli allagamenti nella zona: vogliamo essere certi che la realizzazione del parcheggio non li pregiudichi»

A Palazzo Estense la reazione alla sospensiva punta all’obiettivo finale: «Quello che conta – fanno sapere – è la realizzazione delle opere. Parliamo di vicende che si trascinano dal Mondiale di ciclismo 2008, praticamente una vita fa: inutile riepilogare tutto quanto è successo ‘attorno’, per così dire, alla costruzione in sé. L’importante è che Varese e il suo territorio possano vedere oggi, benché con un ritardo di dodici anni, dei benefici per i cittadini. E per arrivare a questo faremo tutto quanto necessario in ogni possibile sede».

LE MOTIVAZIONI DELLA SOSPENSIONE

Il tribunale amministrativo ha approvato la sospensione: “Ritenuta la sussistenza del danno grave e irreparabile, in ragione dell’ipotizzato impatto dei lavori di realizzazione del parcheggio su un compendio limitrofo a quello in cui è attiva la struttura alberghiera gestita dalla ricorrente, classificata quale area a rischio idrogeologico molto elevato”.

Considerato che “la controversia presenta profili di particolare complessità che richiedono un approfondito esame, non realizzabile nella presente fase cautelare” il tar ha ritenuto, quindi, di “accogliere la domanda di sospensione proposta, limitatamente all’esecuzione dei lavori di realizzazione del parcheggio, e di rinviare alla fase di merito, comunque oggetto di fissazione in tempi ravvicinati, l’esame delle questioni, anche di carattere preliminare, prospettate nel ricorso e nelle difese comunali”.

Per questo il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia ha accolto la domanda di sospensione dell’esecuzione dei provvedimenti impugnati con il ricorso e fissa, per la trattazione del merito del giudizio, un’udienza per il 14 luglio prossimo.

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 10 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo196

    Complimenti per la celerità della giustizia…

Segnala Errore