MV Agusta, voci dal Qatar: “Il team sta facendo progressi”

Il GP di Moto2 disputato a Losail ha portato il primo punto iridato del 2020 grazie a Stefano Manzi, che dice: "La costanza in gara paga". Il boss Cuzari: "Meglio rispetto all'anno scorso"

mv agusta forward racing motociclismo motomondiale 2020

«Lasciamo il Qatar consapevoli del progresso che abbiamo fatto come team. Rispetto allo scorso anno il gap dal primo si è più che dimezzato e questa è solo la prima gara della stagione».

L’opinione di Giovanni Cuzari sul primo gran premio mondiale del 2020 è venata di ottimismo: il grande campo del team Forward Racing – la struttura che gestisce le due MV Agusta F2 ufficiali – guarda con favore al punto incassato da Manzi a Losail, tracciato che la moto varesina non digerisce particolarmente.

«Peccato per Stefano (Manzi ndr) che stava facendo un’ottima rimonta. Desidero fargli i miei complimenti perché si è dimostrato un grande combattente ed è riuscito a girare in modo costante nonostante i danni al codino della sua moto. Anche Simone (Corsi ndr) ha svolto un buon lavoro e i dati raccolti durante il fine settimana insieme alla sua esperienza e quella della squadra saranno particolarmente utili per continuare a lavorare allo sviluppo della moto».

Manzi, riminese di 21 anni, è al primo piazzamento a punti in Qatar al quarto tentativo in carriera e ha girato a lungo con la moto danneggiata al codino dopo un contatto con Fernandez. La costanza di rendimento in gara, come avevamo segnalato nell’articolo di ieri su VareseNews, è stata la caratteristica che ha permesso al numero 62 di arrivare al 15° posto, anche davanti ad avversari di un certo livello. «Sono abbastanza soddisfatto: grazie al lavoro di tutto il team, ha avuto un buon feeling con la moto. Sono contento perché avevo un buon ritmo e ho girato in modo costante per i 20 giri della gara. Mi mancava forse un po’ di incisività nel giro singolo, ma in una classe competitiva come la Moto2, la costanza è fondamentale e alla fine paga».

Torna invece dal Qatar senza punti Simone Corsi all’esordio assoluto in gara su una MV. Il , 33enne pilota romano, però, sceglie la strada dell’ottimismo nel commentare la prova: «Sono partito abbastanza bene e ho subito recuperato posizioni. Il feeling con la moto è migliorato giro dopo giro e ho segnato il mio miglior tempo all’ultima tornata, una bella iniezione di fiducia. A Losail abbiamo faticato, ma abbiamo anche acquisito molti dati che ci saranno utili per le prossime gare. Abbiamo provato molte soluzioni e individuato la direzione da seguire».

MV Agusta, un punticino per non tornare a mani vuote

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.