Resistere alla pandemia con… il teatro

Fare uno spettacolo con attori provenienti da varie parti del mondo, in videoconferenza. E' nato così "Aspettando Godot...a casa" di Paola Turroni

Generico 2018

“Dal punto di vista umano l’azione del teatro come quella della peste è benefica, perché spingendo gli uomini a vedersi quali sono fa cadere la maschera, mette a nudo la menzogna, la rilassatezza, la bassezza e l’ipocrisia”. Si conclude così, con una frase del drammaturgo Antonin Artaud, il primo esperimento di teatro ai tempi della quarantena. 

Non c’è pubblico, non c’è uno spazio fisico dove trovarsi, non ci sono applausi, né calore c’è solo la “rappresentazione teatrale”.

L’idea è della varesina Paola Turroni che ha applicato all’arte che pratica da sempre, quello che molti stanno facendo nelle proprie case in questi giorni: la videoconferenza.

Ha messo insieme attori di zone diverse del mondo e ha prodotto un video di una decina di minuti “Aspettando Godot…a casa”.

“Ho riunito alcune persone che fanno teatro con me per realizzare una performance a distanza che parlasse di questo momento di crisi attraverso la metafora di Godot, un misto di poesia e ironia che ci fa resistere e sentire vicini anche da lontano. Siamo in Italia soprattutto, ma ci sono persone dalla Germania, dalla Grecia, dal Messico”. La regia è di Roberto Ghidini e Paola Turroni. (Performance di: Il Colpo & Arte Mendicante. In collaborazione con: Circo Litterario, United Societies of Balkans e Balkans hotspot. Musica di: Alessandro Marinelli. Voce di: Carlos Chávez).

“Resistere alla pandemia col teatro, questo è po’ lo scopo del nostro primo lavoro – spiega Paola Turroni – Noi facciamo teatro sociale, portiamo i nostri spettacoli nei luoghi dove di solito il teatro non arriva, per adulti e ragazzi in situazioni disagiate. Questo ruolo vorremmo mantenerlo anche oggi, in tempi così cupi, anzi soprattutto oggi che abbiamo bisogno di restare uniti, abbiamo bisogno di coesione e di continuare a riflettere e pensare”.

“Aspettando Godot…a casa” è la prima di una serie performance che Paola pensa di realizzare: per questo se ci fossero attori, sparsi per l’Italia e per il mondo che volessero partecipare alla realizzazione dello spettacolo in videoconferenza, possono contattarla qui:
www.paolaturroni.it
paolaturroni@gmail.com
3484411837

 

di
Pubblicato il 26 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore