Coronavirus, a Luino tamponi col metodo “drive in“

La struttura sarà localizzata presso l’Area Visnova non distante dall'ospedale. Confermata da Ats la tempistica: prossimo fine settimana

colletta alimentare croce rossa varese 2017

Sarà operativo dal prossimo fine settimana un nuovo punto di effettuazione dei tamponi nasofaringei per la ricerca del COVID-19 a Luino, in una sede antistante il presidio ospedaliero.

Lo fa sapere in una nota Ats Insubria. Un’iniziativa che nasce dalle associazioni di volontariato del territorio su impulso del vice sindaco di Luino, Alessandro Casali.

«ATS Insubria intende con ciò, da un lato potenziare l’attività di esecuzione dei tamponi che si attestano a circa 5.000 alla settimana, e, dall’altro, dare un segnale di prossimità e di attenzione alla popolazione delle aree montane dell’Insubria. – commenta Lucas Gutierrez Direttore Sanitario ATS Insubria».

Alla postazione di Luino faranno riferimento gli abitanti dei comuni facenti parte sia della Comunità Montana Valli del Verbano che della Comunità Montana del Piambello.

La struttura sarà localizzata presso l’Area Visnova, messa gentilmente a disposizione dall’imprenditore Paolo Orrigoni.

Il punto tamponi vedrà la presenza di Croce Rossa Italiana, con la collaborazione della Protezione Civile e dell’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo, coordinati per la sicurezza da Carabinieri e Polizia Locale di Luino (immagine di repertorio).

I tamponi saranno effettuati con la metodologia “drive in” che consente di effettuare gli stessi con la massima garanzia dal punto di vista igienico.

«Ringrazio Loredana Amadio, Presidente di Sos Tre Valli, che mi ha dato l’idea per poter portare avanti con la direzione di ATS Insubria questo progetto. Luino diventa così per la tamponatura punto territoriale di riferimento al nord della provincia – commenta il vice sindaco Alessandro Casali. Questa iniziativa intende essere un segno di risposta concreta per la cittadinanza, anche per quella parte dei lavoratori frontalieri che vivono qui. Ringrazio tutti coloro che hanno fatto sì che si realizzasse questo progetto».

«In questa emergenza, poter essere il riferimento nell’organizzazione di un presidio Tamponi dedicato a Luino e alla sue Valli, è motivo di orgoglio per la nostra Croce Rossa. Vogliamo collaborare proficuamente con tutti i comuni della zona e con le associazioni che decideranno di fare squadra con noi, coadiuvati da ATS che ci indicherà a chi fare i tamponi», è il commento di Pierfrancesco Buchi, presidente della Cri Luino e Valli.

«In questi giorni abbiamo contribuito, senza fughe in avanti, nel trovare una soluzione concreta ed autorevole per tutta la Comunità del Nord Verbano sul tema tamponi. Un filo diretto ed inclusivo con il Sindaco di Luino e molti Amministratori della Valle ha aiutato a non disattendere le aspettative della gente. Ringrazio la Direzione dell’ATS per il coinvolgimento dei nostri volontari e l’attenzione posta alla salute e alla prevenzione», ha concluso Buchi.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.