Braga (Pd): “Le risorse del Decreto rilancio devono tutelare anche i frontalieri”

Nel percorso di conversione del decreto il Pd lavorerà perché si garantiscano anche i lavoratori frontalieri per i quali non è prevista la protezione sociale

Frontalieri

Le risorse straordinarie per la tutela dei lavoratori messe in campo con il Decreto rilancio approvato ieri devono tutelare anche i lavoratori frontalieri privi di forme di protezione economica. Lo dice in una nota Chiara Braga, deputata comasca, componente della segreteria nazionale del Partito Democratico.

«Nel Decreto Rilancio approvato ieri il Governo ha messo in campo risorse straordinarie per tutelare i lavoratori, rafforzando gli strumenti della cassa integrazione, della Naspi e della Dis-col per le categorie che ne possono beneficiare. Per chi non è coperto da nessuna altra forma di protezione è stata istituito in questa fase di crisi il Reddito di Emergenza che stanzierà un assegno mensile da 400 a 800 euro per le persone e le famiglie in difficoltà – spiega Chiara Braga – Nel percorso di conversione alla Camera dei Deputati il Pd lavorerà perché si chiarisca ulteriormente che queste misure, o altre da definire in raccordo con i Ministeri competenti, garantiscano anche i lavoratori frontalieri per i quali non è prevista la protezione sociale».

«Dal Governo e dalle forze di maggioranza c’è la massima attenzione ai problemi dei frontalieri – conclude la deputata – confermata dall’impegno messo in campo in questi mesi per superare i problemi e le criticità evidenziate soprattutto in questa Fase 2 di lotta al Covid-19 e di ripresa delle attività economiche. Un’attenzione che continua quotidianamente con i Paesi esteri, a partire dalla vicina Svizzera, per difendere i diritti e assicurare la massima sicurezza delle attività dei nostri frontalieri».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore