Ho riscoperto angoli e ambienti mai sfruttati

Marianna racconta il tempo in casa in quarantena: "basta usare gli occhi che possono vedere tanto altro"

cadrezzate estate

Ho passato la mia quarantena con mio marito e il mio gatto. Mi sono sentita fortunata perché nella mia casa sto bene e si respira tanta serenità e amore. Pertanto non mi ha pesato tanto non uscire.

Ho anche riscoperto angoli e ambienti mai sfruttati, i miei occhi vedevano cose nuove da esplorare, che prima non vedevo, e improvvisamente ogni particolare del mio ambiente casalingo diventava spunto di riflessione, occasione di nuovi progetti da realizzare. Sì perché per me questi non devono mai mancare nella mia vita e sicuramente nella mia mente.

I libri e la didattica a distanza hanno accompagnato la mia quotidianità, dandomi ulteriori spunti per nuove consapevolezze, come quella dei rapporti con gli altri, che comunque rimangono nonostante la distanza se contraddistinti da affetto e stima.

Queste sono state le cose positive nel mio piccolo mondo, ma in quello esterno tutto girava attorno all’angoscia nell’affrontare questo nemico invisibile, ma così potente da distruggere famiglie e equilibri.

Lo avvertivo dal silenzio, dalla strada di solito trafficata, che non ” parlava” più per ricordarci che c’era, e che sembrava non esistere più; dalle immagini che vedevo in televisione che sembravano immagini di un film.

Certo la preoccupazione c’era e mi rendevo conto che tutto ciò era arrivato per cambiare tante cose che dovevano essere cambiate, ma il prezzo da pagare mi sembrava troppo alto per tante persone con cui nel cuore cercavo di condividerne la sofferenza per le perdita di affetti, strappati in quel modo…

Tutto avviene per un motivo e adesso nel mio piccolo voglio che questo periodo non sia arrivato solo per portare sofferenza, ma per fare davvero qualcosa di diverso, come ho fatto nelle mie giornate casalinghe: basta usare gli occhi che possono vedere tanto altro e le azioni che possono portare a vivere la vita come merita di essere vissuta.

Marianna Politi, Cadrezzate con Osmate

 

SCRIVICI LE TUE MEMORIE, LE TUE EMOZIONI, I TUOI PENSIERI IN QUESTO PERIODO DI CRISI

di
Pubblicato il 22 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore