Un incidente di manovra dietro al’infortunio mortale a Samarate

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, un muletto ha urtato il ponteggio su cui si trovava Pasquale Setaro, operaio di azienda esterna morto dopo il tentativo di rianimazione sul posto

carabinieri legnano

C’è un errore di manovra in fabbrica, dietro all’incidente mortale costato la vita ad un operaio di 53 anni a Samarate: un muletto ha urtato il ponteggio causando la caduta dell’uomo.

La vittima si chiama Pasquale Setaro, nato a Boscoreale e residente a Romentino, nel Novarese, a una ventina di km da Samarate.

Setaro era un operaio di una azienda “esterna” incaricata di effettuare lavori di verniciatura del capannone della fabbrica Resilia.

Secondo i primi accertamenti dei carabinieri un operaio 40enne della Resilia durante manovra con una macchina da lavoro – un “muletto”, appunto – ha urtato  il ponteggio: l’operaio della manutenzione ha perso l’equilibrio ed è precipitato al suolo battendo il capo: si è tentato a lungo di rianimarlo ma non c’è stato nulla da fare. I carabinieri parlano di un errore fatto “per negligenza ed imperizia”.

Il cadavere dell’uomo è stato trasportato nella camera mortuaria dell’ospedale di Gallarate, a disposizione dell’autorità giudiziaria. I rilievi sono a carico dell’Ats e della stazione carabinieri di Samarate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore