Da rassegna a stagione d’arte: Penasca, un borgo da riscoprire

Oltre 50 artisti per la rassegna che si svolgerà tutta sui social, valorizzando vicoli, cortili e opere d'arte a cominciare dal 4 luglio con un omaggio alla montagna

penasca san fermo

I vicoli stretti assicurano scorci suggestivi, ma non permettono di garantire le distanze durante la manifestazione. Per questo la tradizionale rassegna d’arte “Penasca di San Fermo: un borgo da riscoprire” quest’anno, per la sua 39^ edizione, sarà tutta completamente virtuale.
Oltre cinquanta artisti su un totale di circa 60 espositori hanno aderito all’idea e saranno presentati ciascuno sul gruppo Facebook dell’evento “che da rassegna di un weekend si è trasformata in una stagione d’arte che occuperà tutto il mese di luglio” spiega Patrizia Bonacina dell’associazione Amici di San Fermo, promotrice dell’iniziativa.

Ogni giorno sul canale social saranno presentati due artisti, ciascuno introdotto da un breve video che racconta il vicolo o la corte in cui sarebbe stato ospitato se la rassegna si fosse svolta in presenza. per ciascun artista le foto di sei opere e tutte le informazioni per essere contatti. A partire da domenica 5 luglio e fino al 2 agosto, dando così spazio sia agli artisti che al borgo, uno dei Paesi dipinti d’Italia con una collezione permanente di dieci dipinti d’autore, sempre visitabili, tra vicoli e cortili e cui si sono aggiunti negli anni altri murales e pannelli di poesie in dialetto.

penasca san fermo

L’inaugurazione si svolgerà invece sabato 4 luglio, sempre via social, con tanto di saluto del sindaco Davide Galimberti e video di presentazione del giardino di Villa Bonacina che avrebbe dovuto ospitare quest’anno la mostra collettiva (23 artisti in totale) dal titolo “Penasca celebra le montagne lombarde”. Un omaggio alla neonata “Giornata delle Alpi lombarde” istituita quest’anno da Regione Lombardia per la prima domenica di luglio.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.