Quantcast

Alfieri (PD): “A Malpensa servono test rapidi. La Regione non si faccia trovare impreparata”

Il senatore del Pd ha visitato la struttura dell'Ats al terminal 1 dove si effettuano i tamponi ai passeggeri

alessandro alfieri

Il senatore del Pd Alessandro Alfieri ha visitato oggi, lunedì 31 agosto, la struttura messa in campo da Ats Insubria al Terminal 1 di Malpensa per effettuare i tamponi ai passeggeri provenienti dai Paesi a rischio. «Il controllo dei passeggeri in aeroporto comincia a funzionare – dice Alfieri – c’è però un collo di bottiglia per quanto riguarda gli esiti che arrivano anche dopo 4 o 5 giorni. Un lasso di tempo che non possiamo più permetterci, anche in vista dell’accordo tra Italia, Germania, Francia e Spagna sull’estensione dei tamponi a tutti i passeggeri in transito tra i quattro grandi Paesi europei. A Fiumicino la Regione Lazio ha messo in campo test rapidi che danno il risultato dopo appena 15 minuti; questo è un esempio da seguire. Personalmente farò la mia parte – conclude Alfieri – affinché in tutti gli aeroporti italiani sia introdotto un metodo omogeneo e rapido, Regione Lombardia si impegni a fare altrettanto per le sue competenze perché non sono più ammissibili errori, ritardi o leggerezze nella battaglia al coronavirus».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore