Furti nelle auto parcheggiate a Mendrisio, fermato un 23enne

Il ragazzo è accusato di aver rotto i finestrini di sette veicoli per appropriarsi degli oggetti di valore all'interno

Polizia Cantonale

Il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e le Guardie di confine comunicano che è stato identificato e fermato l’autore dei numerosi danneggiamenti di automobili avvenuti la notte del 2 luglio 2020 nell’autosilo comunale e in un’autorimessa di Mendrisio.

Si tratta di un 23enne cittadino italiano residente in Italia accusato di aver infranto il vetro di sette automobili allo scopo di appropriarsi di eventuali oggetti di valore.

È stato possibile risalire alla sua identità grazie agli accertamenti effettuati dalla Polizia cantonale. Il successivo fermo è stato effettuato il 13 agosto, nell’area della stazione ferroviaria di Chiasso, da una pattuglia delle Guardie di confine.

I danni sono stimati in una decina di migliaia di franchi. Le principali ipotesi di reato a carico del 23enne sono quelle di tentato furto ripetuto e danneggiamento. L’inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Roberto Ruggeri.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.