Irregolare e senza documenti, scattano le procedure di espulsione

La polizia aveva notato l'atteggiamento sospetto dell'uomo e di un altro uomo con lui

gallarate generico

Nel pomeriggio di mercoledì 19 agosto una pattuglia del commissariato di Gallarate ha sottoposto a controllo due individui sospetti, che si sono divisi al passaggio delle forze dell’ordine per poi rincontrarsi più avanti.

A quel punto è scattato il controllo degli agenti: i due, un tunisino di 30 anni ed un marocchino di 29, entrambi privi di documenti, sono stati perquisiti e al primo è stata trovata dell’hashish del peso lordo pari a gr. 0,7, nascosta nel portafoglio.

Entrambi gli stranieri sono stati accompagnati presso il Commissariato per i rilievi fotodattiloscopici finalizzati all’identificazione.

Oltre alla segnalazione amministrativa per detenzione di stupefacenti per uso personale, a carico del
cittadino tunisino, risultato regolare sul territorio è scattata la denuncia per non aver portato con sé
idoneo documento d’identificazione, mentre per il cittadino marocchino, irregolare in Italia, sono state attivate le procedure per l’espulsione dal Territorio Nazionale.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.