Quantcast

In Brughiera sconfitto il virus dal paradressage?

A Somma Lombardo il meeting internazionale di specialità. Le gare sono valide per i punteggi per le paralimpiadi del 2021

sport generico

Era stabilito che, come da consolidata tradizione, il Meeting Internazionale Brughiera di Malpensa di paradressage avrebbe dovuto svolgersi dal 18 al 21 giugno con apparecchiato il gustoso contorno delle gare di esibizione della petanque, messe in scena dai campioncini di Vharese, nel rispetto di un recente e innovativo connubio nato nel 2018. Tutto stava prendendo forma, la complessa organizzazione era già decollata, ma il Covid 19 la pensava diversamente, così i piani accuratamente predisposti saltavano in aria e la manifestazione sembrava ormai definitivamente archiviata: ci si rivedrà nel 2021, si diceva, se le cose si sistemeranno.
Ma credete che il clan dei Maestrello – Luca, presidente del Comitato organizzatore Gruppo equestre della Brughiera, con i due battaglieri genitori Danilo e Diana e l’apporto di una squadra collaudata e altrettanto pugnace capitanata da Gaetano Brandini – fossero disponibili a lasciarsi accantonare da un virus insidioso, ma pur sempre un microrganismo che si era messo in testa di dominarli, senza reagire? Caro virus sei in errore, non li conosci!
Così, come i carbonari del nostro glorioso Risorgimento, gli organizzatori cominciarono a tramare per riportare nel giusto alveo le acque che avevano tracimato, facendo in modo di salvare più masserizie possibili con il fine di riproporre un avvenimento di collaudato prestigio. Agli albori del mese di settembre arrivava, inatteso, il permesso dalla Federazione per la disputa del meeting: il virus era finalmente annientato?
Forse sì, forse in parte, forse non proprio: occorre cercare la definizione più consona. Di sicuro l’evento era pesantemente mutilato. Innanzi tutto per i tempi ristretti per realizzarlo, poi per lo spettro del contagio che continua ad aleggiare implacabile: alcune Federazioni – Francia, per esempio – hanno rinunciato per questa ragione, altre hanno assunto posizioni che definire bizzarre significa essere assaliti da feroci attacchi di benevolenza – la Russia avrebbe concesso il permesso ai cavalli e non ai cavalieri, per cui gli equini si sono sentiti offesi, ritenendosi meno considerati rispetto agli umani -.
Quindi poche Nazioni presenti, solo Austria, Germania e Svizzera, malgrado queste gare permettano di acquisire punteggi per le paralimpiadi del 2021. Buona, invece, l’italica presenza, anche perché a Somma Lombardo ci sono in palio i titoli italiani di categoria. Infine per non far mancare niente al ridicolo, la manifestazione doveva essere disputata – e così è naturalmente stato – a porte chiuse! Facile a dirsi, ma come si fa, in pochi giorni, a mettere uno straccio di porte a tutti i sentieri della brughiera, a predisporre le chiavi e i battenti? E con le porte chiuse si dovevano escludere caprioli, lepri, tassi e altri inquilini che forse non sanno leggere bene e avrebbero potuto avvicinarsi troppo alle piste? Ma al di là di queste stranezze, l’esibizione di petanque diventava inavvicinabile, quindi il 2020 sarà orfano del matrimonio tanto apprezzato in precedenza.
Perciò il virus è stato sì battuto, ma non sbaragliato: la sua rivincita l’ha concretizzata in modo sapiente. È irritato con i Maestrello che si sono permessi di metterlo in un angolo, ma sogghigna ugualmente, perché comunque è riuscito a condizionarli e a limitarli, anche se ha poco da ridacchiare: la volontà dell’uomo sarà sempre vincente.

PILLOLE DI BOCCE
Domenica 13 settembre – Solbiate e altri – Festiva Provinciale individuale A,B,C,D.
1) Chiappella – Possaccio
2) Lanfranconi – Albate
3 e 4) Di Leo – Oliveri, Capettini – Vigevanese
Sabato 19 settembre – Bologna – Quarti Finale Campionato Italiano Femminile Andata
Osteria Grande Bologna – F.lli Italia Somma L. 6 – 2

 

di
Pubblicato il 20 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore