Maccagno, parte la messa in sicurezza per le frazioni alluvionate

Incontro con Regioni e soggetti pubblici per trovare una soluzioni per Cadero e Biegno, dove il confine di Stato con la svizzera risulta ancora irraggiungibile

varie

Il tempo del cordoglio per la vittima del maltempo solo ieri recuperata dai soccorritori, e il tempo per la ricostruzione e la messa in sicurezza dei versanti flagellati una settimana fa dalla bomba d’acqua che ha interrotto strade e comunicazioni.

Nel pomeriggio di giovedì si sono registrati avanzamenti positivi per quanto riguarda le due situazioni di maggiori criticità, relative alle frazioni di Biegno e Cadero.

«Dopo un lungo incontro avuto nel pomeriggio con i vertici di Regione Lombardia, pare essersi definitivamente intrapresa una via per la soluzione della situazione di pericolo, riferita a Biegno», riporta una nota del Comune.

Una suddivisione di compiti, spese e responsabilità tra Comune, Provincia e Regione, dovrebbe portare nel giro di qualche giorno all’inizio delle operazioni di messa in sicurezza.

«Non possiamo dire esattamente quanto tempo ci separi dal via del nuovo cantiere, anche se sarà nostro compito dare la massima informazione sul tema», spiega il sindaco Fabio Passera.

A Cadero, invece, Regione Lombardia ha assicurato un intervento per la messa in sicurezza dei versanti alluvionati. Qui, i tempi, dipenderanno direttamente da Palazzo Lombardia, anche se oggi è prematuro fissare scadenze.

«Nel frattempo segnaliamo che sabato 5/9/2020 la Piazzola Ecologica di Via Arturo Reschigna sarà regolarmente aperta negli orari consueti. Sicuramente, la stessa, sarà chiusa lunedì 7/9/2020, mentre per i giorni successivi bisognerà attendere gli opportuni aggiornamenti», conclude la nota.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore