Fabrizio e il suo contrabbasso: “Così ho imparato ad affrontare difficoltà e insicurezze”

Parla il giovane vincitore del premio Nazionale delle Arti: “È stata una battaglia all'ultima nota"

varie

«Il premio nazionale delle arti è stato per me un importantissimo modo per affrontare i miei limiti, accompagnati dalle mie paure e insicurezze».

Ha tanto da insegnare in queste parole il giovane Fabrizio Buzzi di Cocquio Trevisago, classe 2001 che ha partecipato al Premio nazionale delle Arti (premio dedicato a tutti gli strumenti dei conservatori di tutt’Italia) e ieri, mercoledì 28 ottobre ha vinto il primo premio assoluto nella sezione contrabbasso solista.

«Il bisogno di lanciarmi nel mondo dei concorsi solistici è sorto quando il semplice studiare per un esame non era sufficiente per spronarmi verso il miglioramento, ma mi portava piuttosto ad una condizione di inutile indagine dell’errore tecnico, rispetto all’errore musicale», racconta.

«Il primo concorso al quale mi sono iscritto è stato per entrare a far parte dell’orchestra giovanile dell’UE; semifinale svoltasi in modalità Virtuale.
Subito dopo mi sono iscritto al Premio Nazionale delle Arti, giocandomi il tutto per tutto, e concentrando tutte le mie forze sui brani virtuosistici del grande Maestro G. Bottesini».

«Si puó dire che sia stato uno scontro “all’ultima nota”, con ragazzi che, rappresentando il loro conservatorio, erano disposti anch’essi a superare i loro limiti; Ma la faccenda si fece molto più interessante superata la semifinale, nel momento in cui rimasero in gioco il contrabbassista del conservatorio di Milano (io) e il contrabbassista del conservatorio di Roma (una splendida persona che saluto)»

Fabrizio Buzzi è nato a Cittiglio il 22 settembre del 2001.
All’età di 8 anni intraprende gli studi come chitarrista Blues, Rock e Metal.
Esegue il suo primo concerto solista a 9 anni.
All’età di 14 anni intraprende lo studio del contrabbasso al liceo Musicale di Varese Alessandro Manzoni sotto la guida del maestro Mauro Quattrociocchi.
Viene ammesso all’età di 17 anni con 90/100 al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano dove studierà per 2 anni con il maestro Eustasio Cosmo.
Ha inoltre effettuato masterclass con i Maestri Alberto Bocini, Francesco Siragusa.
Ha suonato in diverse orchestre, tra le quali l’orchestra dei professionisti del conservatorio, Ars Cantus e l’orchestra del Sacro monte.
Vince diversi concorsi già dai primi anni di studio nel territorio, quali il concorso di Tradate “insieme per suonare cantare danzare”, il concorso indetto dall’associazione “inner wheel” ed altri.
Si laureerà nel suo strumento, il contrabbasso, nel corrente anno accademico 2020/2021.

di
Pubblicato il 29 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore