Kinesis, quattro medaglie al ritorno in pedana

La società varesotta protagonista nella prova interregionale disputata a Biella. Oro nella gara a coppie per le gemelle Intini

alice giulia intini ginnastica ritmica kinesis

Ottimo rientro alle competizioni – prima di una nuova stretta – per la Asd Kinesis, società con sede a Venegono Superiore specializzata nella disciplina della ginnastica ritmica. Dopo 8 mesi di stop, le ragazze del team varesotto sono tornate a gareggiare a Biella nel raggruppamento con società lombarde, liguri e piemontesi con in palio il pass per il Campionato Nazionale.

E i risultati non si sono fatti attendere: quattro le medaglie ottenute dalla Kinesis a partire dall’oro centrato da Alice e Giulia Intini, gemelle che sono ormai una sicurezza nella gara a coppie grazie al loro esercizio con cerchio e clavette che le ha laureate campionesse della Zona Tecnica 1.

Tra le Junior 1 invece, splendido argento alle clavette per Martina D’Agostino che si è ripetuta alla palla, specialità nella quale ha ottenuto la medaglia di bronzo. Secondo posto anche per un’altra atleta Kinesis, Chiara Zambon, che ha ottenuto il pass nazionale alla fune.
Buona infine la prestazione di Daniela Goxha, alla prima esperienza da individualista nella categoria Gold terminata nella prima metà della classifica.

«Sono molto soddisfatta di questo ritorno in pedana» commenta la responsabile tecnica Serena Farina. «Per le ragazze non è stato facile, dopo uno stop così lungo, tornare a gareggiare e riconfermare i piazzamenti a cui la nostra società ci ha abituato negli anni. Il nostro campionato si era fermato a fine febbraio, con la squadra di Serie C a un passo dalla promozione. Sono contenta che avremo la possibilità di presentare quattro esercizi molto competitivi al Campionato Nazionale. Ci tengo inoltre a ringraziare la Federazione e la società La Marmora Biella per aver organizzato la gara in totale sicurezza. Grazie anche a tutti coloro che ci hanno supportato in questi mesi consentendoci di continuare le attività e di aprire le nuove sedi di Lozza e Castelseprio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.