ascolta le notizie del giorno

Jones, operazione riuscita: ora 30 giorni di riposo

L'intervento effettuato a Reggio Emilia: il tendine infortunato non presentava problemi pregressi. Intanto su Facebook la Openjobmetis fa bella figura, grazie al custode del PalaTrento

Jalen Jones si allena con la Openjobmetis

L’operazione chirurgica alla quale si è sottoposto Jalen Jones nella giornata di ieri, lunedì 23 novembre è perfettamente riuscita: il giocatore americano della Openjobmetis – infortunatosi gravemente dopo 31″ di gioco nel match del 15 novembre – tornerà così a Varese per decidere insieme alla società quale sarà il decorso post-operatorio da seguire.

Jones è stato operato dall’equipe del professor Raffaele Rocchi e l’intervento non ha presentato particolari problemi; secondo fonti vicine alla società, è stato anche riscontrato che il tendine d’Achille “saltato” improvvisamente, non presentava problemi precedenti confermando così l’ipotesi che l’infortunio non potesse essere preventivato.

Ora per l’ala americana, 27 anni di Dallas, inizia il lungo periodo lontano dai campi (almeno 5 mesi prima di tornare ad allenarsi regolarmente, minimo 6 per giocare in partita), nel corso del quale dovrà svolgere la riabilitazione. Un periodo però che dovrà iniziare con un lungo riposo: a Jones è stato messo un tutore e per circa 30 giorni non potrà effettuare attività fisica. Dopo il rientro a Varese quindi, il club dovrà confrontarsi con il giocatore e i suoi rappresentanti per decidere il da farsi.

VARESE FA PULIZIA IN SPOGLIATOIO

Dopo aver ospitato le curiose esternazioni di Kristina Andersson, mamma di Denzel che tempo fa criticò aspramente le scelte di coach Massimo Bulleri (stavolta invece fa le congratulazioni), la pagina Facebook della Pallacanestro Varese regala un’altra chicca, questa volta in positivo. Sotto il post del club biancorosso che annunciava la vittoria a Trento, è apparso un commento speciale, quello di Francesco Asaro, ovvero il custode del palasport oggi ribattezzato BML Group Arena.

«Un grazie ai giocatori del Varese basket per avere raccolto tutte le bottigliette di plastica da dentro lo spogliatoio, cosa rara di questi tempi. (il custode Palatrento)»

Un ringraziamento particolare, intercettato e rilanciato dalle pagine social de “La Giornata Tipo”, che ha portato in tutta Italia una bella immagine della Openjobmetis, attenta a “lasciare il posto migliore di come lo si è trovato”, una massima tanto cara a sir Baden Powell, fondatore degli scout. Che può essere applicata a ogni campo della vita, anche quello da basket.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da tony

    I migliori auguri di pronta e completa guarigione a questo sfortunatissimo ragazzo. Sperando di rivederlo sul nostro parquet. In bocca al lupo!

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.