Il corriere non le consegna il pacco: “Così ho scoperto di essere morta”

Il pacco che hai ordinato non arriva e quando cerchi di capire il perchè scopri di essere morta. È quello che è successo alla nostra lettrice Marisa

corriere nexive

Il pacco che hai ordinato non arriva e quando cerchi di capire il perchè scopri di essere morta. È quello che è successo alla nostra lettrice Marisa, che ha scoperto di essere morta grazie al corriere Nexive.

“Aspettavo un pacco con tracciamento dal 26 novembre e questo è il risultato di oggi: dicono sono deceduta ma io sono viva”, ci racconta da Marzio e non dall’oltretomba.

Da quel momento però Marisa ha dovuto davvero iniziare un viaggio tra i gironi dell’inferno dei call center. “Ho chiamato quello di Nexive e mi hanno risposto dall’Albania. Ho chiesto di parlare con un responsabile di sede a Varese, mi ha dato il numero ma nessuno mi ha risposto. Ho segnalato a Groupon che è il sito dal quale ho comprato ma per ora non ho risolto nulla”.

A parte l’ironia Marisa puntualizza come “la cosa che mi dà più fastidio è che abbiano scritto deceduta. Questa cosa è veramente brutta soprattutto in questo periodo”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.