“Un Natale migliore”, il dono della Pro Loco Ranco ad Amor e alle scuole

Senza rinunciare ad addobbare il paese, i volontari della Pro Loco hanno deciso di destinare i fondi delle luminarie alle scuole e ad Amor per l’ospedale di Angera

porticciolo ranco

Per la Pro Loco di Ranco il Natale di quest’anno sarà anche occasione di solidarietà e beneficienza per il territorio. Territorio, tanto locale quanto globale, colpito da qualcosa di imprevedibile come l’emergenza coronavirus che, a catena, ha avuto ripercussioni in ogni aspetto della vita.

Un anno complicato, fortunatamente ormai agli sgoccioli, “quasi con un sospiro di sollievo ma con la speranza di un futuro più sereno per tutti” per l’associazione ranchese che quest’anno, senza rinunciare ad addobbare il paese, ha voluto destinare i fondi delle luminarie alle scuole e ad Amor per l’ospedale di Angera.

«A causa delle restrizioni e della oggettiva situazione che abbiamo dovuto affrontare fino ad oggi, il programma fitto di eventi, iniziative culturali e appuntamenti ormai radicati nella nostra tradizione che avevamo pianificato è stato completamente cancellato– scrive l’associazione sui propri account social -. Nonostante ciò, la buona gestione passata ci ha permesso di fare alcuni investimenti a beneficio della nostra comunità: abbiamo stanziato un contributo di 1000 euro per il CVA di Angera nel mese di aprile per l’emergenza COVID e abbiamo acquistato un defibrillatore che verrà posizionato sul lungolago di Ranco».

«Coerentemente con queste decisioni – continuano i volontari -, abbiamo pensato di destinare anche i fondi che normalmente venivano utilizzati per le luminarie natalizie per qualche cosa che potrebbe comunque rendere migliore il Natale in altre realtà, ovvero un contributo all’Associazione AMOR per l’Ospedale di Angera, alla scuola dell’Infanzia e alla scuola primaria di Ranco. Siamo certi che, data la congiuntura, ciò possa suscitare la vostra comprensione ed il vostro consenso».

Un nobile gesto per un Natale sicuramente diverso dal solito che ad ogni modo non verrà trascurato nel paese sul Lago Maggiore, dove, grazie al lavoro dei volontari, sono state addobbate addobbata la piazzetta del Municipio, la Chiesa, allestito il presepio in Via Roma ed allestito l’albero alla Chiesetta di Uponne.

«Quest’anno molti hanno comunque sostenuto la nostra Pro Loco con il tesseramento e siamo sicuri lo faranno numerosi anche il prossimo anno – conclude l’associazione -. Abbiamo dimostrato che un’associazione come Pro Loco può dare un importante contributo sia nei momenti gioiosi e di festa, che sicuramente torneranno presto a rallegrarci, sia nei momenti difficili, quando l’aiuto dei volontari è fondamentale nelle grandi e nelle piccole cose. Ringraziamo tutti coloro che in ogni modo ci hanno sostenuto e ci sostengono dandoci la possibilità di poter proseguire un’attività che conferisce grande valore alla nostra comunità».

Marco Tresca
marco.cippio.tresca@gmail.com

 

Rispettare il lettore significa rispettare e descrivere la verità, specialmente quando è complessa. Sostenere il giornalismo locale significa sostenere il nostro territorio. Sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.