Litigano in un palazzo a Bellinzona, ferito un venticinquenne

Indagini in corso da parte della polizia cantonale. Nel trambusto chiamati anche i pompieri per raggiungere l'appartamento

Polizia cantonale

Ha ancora alcuni elementi da chiarire la lite avvenuta questa mattina, mercoledì a Bellinzona che ha visto il ferimento di un uomo di 25 anni.

Lo comunicano il Ministero pubblico e la Polizia cantonale.

La lite è avvenuta prima delle 8 in un appartamento di uno stabile in Piazza del Sole.

Stando a una prima ricostruzione e per cause che l’inchiesta di polizia dovrà stabilire, nel corso dell’alterco, che ha visto coinvolte tre persone, un 25enne cittadino svizzero domiciliato nel Luganese ha riportato leggere ferite.

Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale e, in supporto, della Polizia della città di Bellinzona, i pompieri di Bellinzona, per raggiungere l’appartamento dalla terrazza, nonché i soccorritori della Croce Verde di Bellinzona.

Le ricerche degli autori, finora senza esito, sono scattate immediatamente con l’intervento di diverse pattuglie.

L’inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Valentina Tuoni.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.