Nel Parco Pineta in sicurezza la sorgente “Fontanafredda” e il versante del torrente Bozzente/Fontanile

Intervento di manutenzione straordinaria eseguito all'interno del Parco Pineta sul territorio di Beregazzo con Figliaro per ripristinare la sorgente Fontanafredda e mettere in sicurezza un tratto di torrente

messa in sicurezza boschi

Lavori di messa in sicurezza dal dissesto idrogeologico nel Parco Pineta. La valle dove scorre il torrente Bozzente/Fontanile di Tradate nel comune di Beregazzo con Figliaro è caratterizzata da un alveo profondo, delimitato da scarpate molto ripide, un torrente con andamento tortuoso e numerose sorgenti lungo le sponde. Condizioni che naturalmente creano “fenomeni di dissesto idraulico e idrogeologico”, anche importanti.

La sorgente più importante, attiva tutto l’anno, si trova in località Fontanafredda, lungo un sentiero che collegava l’abitato di Figliaro a quello di Castelnuovo Bozzente, ed era utilizzata fino a pochi decenni fa. L’intervento volto al recupero di un elemento tradizionale del territorio del Parco come la sorgente “Fontanafredda” è consistito nel ripristino con interventi manuali della sorgente con la realizzazione di un’opera in pietra, nel miglioramento delle sponde per ridurre l’apporto di sedimenti e nel posizionamento della segnaletica fruitiva per  realizzare un collegamento tra i sentieri 846 e 846B .

Il punto dove i processi erosivi sono stati più intensi si trova a poche centinaia di metri dall’abitato di Figliaro, lungo il sentiero 846. Il dislivello, di circa 14 metri, e la presenza dello scarico dell’acqua piovana proveniente della strada soprastante hanno dato origine ad una situazione potenzialmente pericolosa, che stava già danneggiando la carrozzabile.

L’intervento, realizzato con la tecnica dell’ingegneria naturalistica, è costituito da una scogliera basale alta circa due metri realizzata con massi di grosse dimensioni posati a secco per impedire l’erosione da parte del torrente e stabilizzare il versante, una grata viva a doppia parete realizzata in legname per consolidare e ripristinare il profilo originario del versante. L’intervento è stato completato con la semina di un miscuglio di specie erbacee idonee e la messa a dimora di carpini bianchi (370), una palificata drenante a due pareti in legname e pietrame a sostegno della strada soprastante e una staccionata in legno lungo la strada sterrata.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.