La Parigi – Dakar “arriva” a Legnano. Domenica 27 giugno protagonisti e moto del raid africano

Il programma prevede l’allestimento delle moto storiche nel parco chiuso di via Abruzzi 19 e parata delle moto storiche per le strade di Legnano. Nel pomeriggio letestimonianze dirette di chi ha vissuto sulla propria pelle la Dakar

Generica 2020

Il mito, l’avventura e la passione della Dakar. Legnano celebra lo storico rally motoristico che univa le capitali di Francia e Senegal attraverso i suoi protagonisti, le loro testimonianze e le moto che hanno contribuito a costruirne il mito. È in programma domenica 27 giugno la seconda edizione di “C’era una volta la Dakar”, evento che raccoglie anche il terzo raduno internazionale Honda Africa Twin Marathon.

Organizzato dalla Scuola di Musica Jubilate in collaborazione con la contrada San Bernardino, il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate e il sostegno di Honda Italia, Lavazza Moto Lab di Cerro Maggiore e Moto Macchion, con il patrocinio del Comune, l’iniziativa ha una finalità solidale: raccogliere fondi per le borse di studio destinate agli allievi della Jubilate.

«Vogliamo far rivivere un’epoca fatta di coraggio e avventura, un raid che, nonostante sia profondamente cambiato, ancora oggi affascina e cattura gli animi», osserva Patrizia Alli della scuola di musica Jubilate e appassionata delle due ruote che, insieme con Marco IavaroneGianpaolo Banelli, si è fatta promotrice della manifestazione. Infatti, dalla prima edizione del 1979, la Parigi – Dakar ha subito dal 1995 diversi spostamenti fino all’annullamento dell’edizione 2008 per minacce terroristiche. Negli anni successivi, il tracciato dall’Africa è stato spostato in Sudamerica, pur non cambiando il nome.

Dal 2020 il rally si svolge in Arabia Saudita. «Attraverso l’esposizione dei mezzi che hanno partecipato alle edizioni storiche nell’Africa degli anni Ottanta e grazie ai racconti dei piloti che l’hanno corsa, vogliamo assaporare ancora una volta gli spazi infiniti e le atmosfere magiche del deserto. Facciamo rivivere la Dakar con il senso delle prime edizioni, quando i piloti partecipavano con moto e auto spesso di serie e senza alcuna strumentazione. E con gli stessi protagonisti di allora ripercorriamo il mito sulle dune cattedrali del Sahara, per giungere al Lago Rosa di Dakar, vero miraggio della corsa».

Il rombo delle moto si mette al servizio della musica. «Come nelle edizioni passate, abbiamo voluto legare questa manifestazione alla musica attivando una raccolta fondi per l’istituzione di alcune borse di studio per gli allievi della scuola Jubilate». Seguendo il filo conduttore della passione, per le due ruote e per la musica, la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha voluto porsi al fianco degli organizzatori. «Il mito della Dakar diventa occasione per essere vicini ai giovani», osserva il presidente della Bcc Roberto Scazzosi. «Vogliamo coltivare la passione: quella per il nostro territorio e quella per tutte le iniziative che sanno creare occasioni di crescita».

L’evento, che si svolgerà davanti alla scuola di musica Jubilate, in via Abruzzi 19 a Legnano, permetterà ad appassionati e curiosi di poter ammirare autentici mezzi della Dakar e conoscere i protagonisti della più iconica e ineguagliata epoca di coraggio e spirito di avventura. Sono attesi autentici eroi della Dakar, le leggendarie moto che hanno segnato un’epoca, strizzando l’occhio anche agli attuali campioni e future promesse del panorama motoristico internazionale.

Hanno annunciato la loro presenza i piloti che hanno corso la Dakar come il legnanese Beppe Macchion, Luciano Carcheri, Gianpiero Findanno, Roberto Mandelli, Ermanno Bonacini, Massimiliano Mangano, Luigino Medardo e Claudio Terruzzi, ma anche il tre volte campione europeo di enduro Andrea Marinoni e il veterano dei rally africani Bruno Birbes e tanti altri. In esposizione ci saranno alcuni esemplari originali di Honda Africa Twin Marathon provenienti da mezza Europa, oltre a repliche quali, ad esempio, Suzuki Malboro, Gilera Henninger, Cagiva Lucky Explorer e Honda XL.

Il programma prevede dalle 10 l’allestimento delle moto storiche nel parco chiuso di via Abruzzi 19. A seguire il via alla parata delle moto storiche per le strade di Legnano. Nel pomeriggio, dalle 14.30 nell’auditorium della scuola Jubilate l’occasione di sentire le testimonianze dirette di chi ha vissuto sulla propria pelle la Dakar. L’evento, presentato da Alberto Porta, sarà trasmesso in diretta facebook sulla pagina della scuola di musica Jubilate grazie alla collaborazione con Saga Multimedia. A chiusura, nel giardino delle rose, l’esibizione del gruppo di musica d’insieme della scuola di musica Jubilate.

Valeria Arini
valeria.arini@legnanonews.com
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.