Stefano Chiesa lascia il consiglio comunale di Casciago dopo 31 anni

Era dal 1990 che l'ex vicesindaco siedeva ininterrottamente tra i banchi del consiglio comunale di Casciago, al suo posto Anesa. Illustrata la nuova giunta, votato all'unanimità l'ingresso nell'AQST del Lago di Varese e votate le nuove regole sulla Tari

Generica 2020

Consiglio comunale in qualche modo “storico” per Casciago.

Dopo le dimissioni di Stefano Chiesa da vicesindaco e consigliere comunale di Casciago, ci sono stati i passaggi formali con l’arrivo in consiglio di Fabrizio Anesa, già vicesindaco con l’allora primo cittadino Beniamino Maroni.

Mario Persicone, capogruppo della maggioranza e il sindaco Mirko Reto hanno ringraziato l’ex vicesindaco e assessore al Bilancio: «Dispiace per il modo con cui ci ha lasciato, ma lo ringraziamo – ha detto Persicone nelle dichiarazioni di voto -. Continuiamo più forti di prima, sulla strada che abbiamo cominciato a percorrere».

Una nota di colore che spiega lo “storico” di poche righe sopra: è dal 1990 che Stefano Chiesa siedeva ininterrottamente sui banchi del consiglio comunale o in giunta, una lunga carriera amministrativa cominciata con la Democrazia Cristiana e proseguita con liste civiche e infine con l’esperienza di Casciago Cambia, con cui ha contribuito all’elezione dell’attuale gruppo di maggioranza. Ha ricoperto più volte il ruolo di assessore (nel 1990, nel 2004 e nel 2019), ricoprendo un ruolo di “pungolo” quando è stato in minoranza.

LA NUOVA GIUNTA – Al posto di Chiesa, Reto ha presentato la nuova composizione della giunta: il vicesindaco sarà Alberto Gaggioni, già assessore a Protezione Civile, Lavori Pubblici, Manutenzioni, Patrimonio, Igiene Urbana Ecologia e già in passato amministratore a Casciago in diverse occasioni; l’assessore a Bilancio e Tributi sarà Daniele Pravettoni, laureato in Giurisprudenza, quadro in una banca importante, con una grande esperienza nel settore economico; a Giacomo Baroni vanno Sport e Tempo Libero, oltre alle deleghe a Infrastrutture digitali e Digitalizzazione che si aggiungono a Politiche Giovanili, Eventi e Cultura, Associazioni; Scuole dell’Infanzia torna ad unirsi a Istruzione e Servizi Educativi nella mani di Caterina Cantoreggi.

Ci saranno anche consiglieri delegati: Persicone avrà la delega a Urbanistica, Sicurezza, Eventi e Manifestazioni e Igiene Urbana, mentre la delega alla Biblioteca e alla Promozione del territorio è stata affidata alla consigliera comunale Giuditta Speroni.

In merito alla mozione presentata dal gruppo “La Civica” sulla partecipazione all’AQST (Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale) del Lago di Varese c’è stato un voto favorevole unanime. L’accordo quadro vuole promuovere iniziative e soluzioni per il risanamento delle acque, la tutela ambientale e altri obiettivi sistemici. Il sindaco Mirko Reto ha affermato: «In questi anni la partecipazione all’associazione dei Comuni rivieraschi non ha portato nulla in concreto, ma era gratuita. Con l’accordo quadro ora chiedono 50 centesimi a cittadino. Ci siamo presi tempo per capire le prospettive e il gruppo di maggioranza, dopo aver ascoltato e discusso i progetti, manifesta la volontà di aderire ed entrare nell’AQST, con una lettera di intenti, faremo una variazione di bilancio mettendo i circa 2 mila euro richiesti per l’adesione». I consiglieri Andrea Zampieri (che ha illustrato i termini della mozione) e Zanotti hanno ribadito l’importanza di chiarire la posizione dell’amministrazione sul territorio, dando una nuova vocazione turistica a Casciago, nell’ambito di un quadro più ampio che ponga Casciago in una posizione centrale tra montagna e lago, in un sistema che vede tanti attori importanti come Camera di Commercio, Regione Lombardia e Politecnico, mentre il capogruppo Persicone ha ricordato che il Comune deve fare sempre attenzione ai soldi che spende, perché sono soldi dei cittadini.

Per quanto riguarda la Tari, sono stati illustrati i nuovi termini del regolamento, con le scontistiche previste per le aziende, il Piano Economico e Finanziario (con pareggio a 557 mila euro) e le tariffe 2021 (praticamente invariate rispetto allo scorso anno): favorevole la maggioranza, astenuta la minoranza.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.