Busto, il Popolo della Famiglia sostiene Gigi Farioli

Giuseppe Ferrario, segretario cittadino, annuncia che il simbolo del partito di Mario Adinolfi sarà presente nella coalizione dell'ex sindaco

Popolo della Famiglia

Gigi Farioli incassa il definitivo appoggio del Popolo della Famiglia cittadino. In attesa che il direttivo provinciale di Forza Italia sciolga la riserva e decida se appoggiare o meno l’ex sindaco di Busto Arsizio, sono infatti comparsi in città i manifesti elettorali del partito di Mario Adinolfi, guidato a livello locale dal segretario cittadino Giuseppe Ferrario.

«Davanti alla sfida elettorale che ci attende – si legge nel comunicato  – ribadiamo con forza il nostro sostegno a Gigi Farioli candidato sindaco della coalizione Liberal popolari riformisti, che con le amministrazioni da lui presiedute in passato ha saputo ben interpretate i nostri principi e le nostre priorità. Saremo presenti con il nostro simbolo all’interno della lista unitaria dei liberali e popolari».

Le idee politiche del Popolo della Famiglia sono arcinote, e passano da un ripensamento delle politiche famigliari su una serie di livelli per contrastare la denatalità, «vera piaga sociale» del Paese.

Nello stesso comunicato, si legge: «Il Popolo della Famiglia ha da tempo messo in campo le sue proposte quali: il reddito di maternità (legge depositata in parlamento nel 2019) 1000 euro al mese per 8 anni alle mamme che scelgono di crescere i propri figli e dedicarsi alla famiglia, quoziente famigliare, bonus natalità, sostegno a progetti che aiutano le mamme in difficoltà economica a scegliere la vita rinunciando ad abortire. Una società che invecchia esponenzialmente e’ destinata ad declino inesorabile e sarà’ sempre meno capace di garantire benessere diffuso».

Farioli a Forza Italia: “Non facciamoci umiliare”

Qui il comunicato in forma integrale

LA VITA NASCENTE E LA FAMIGLIA AL CENTRO.
Il Popolo della Famiglia di Busto Arsizio, con un manifesto apparso sugli spazi pubblici comunali in diversi punti della città, ha lanciato una campagna di promozione alla vita nascente.
Non solo politiche famigliari e di sussidiarietà, ma anche una particolare e costante attenzione alla vita nascente e al grave problema della denatalità che affligge il nostro Paese (vera piaga sociale) dei giorni nostri con ripercussioni , sociali ma anche economiche assai drammatiche.
Anche a Busto da un paio di anni assistiamo ad preoccupante calo demografico.
La domanda che ci poniamo e”: chi sosterrà” nel prossimo futuro spese pensionistiche, sanitarie, assistenza agli anziani ai disabili, istituzioni scolastiche e tutto il Welfare? Il Popolo della Famiglia ha da tempo messo in campo le sue proposte quali: il reddito di maternità (legge depositata in parlamento nel 2019) 1000 euro al mese per 8 anni alle mamme che scelgono di crescere i propri figli e dedicarsi alla famiglia, quoziente famigliare, bonus natalità, sostegno a progetti che aiutano le mamme in difficoltà economica a scegliere la vita rinunciando ad abortire.
Una società che invecchia esponenzialmente e’ destinata ad declino inesorabile e sarà’ sempre meno capace di garantire benessere diffuso.
Davanti alla sfida elettorale che ci attende ribadiamo con forza il nostro sostegno a Gigi Farioli candidato sindaco della coalizione Liberal popolari riformisti, che con le amministrazioni da lui presiedute in passato ha saputo ben interpretate i nostri principi e le nostre priorità.
Saremo presenti con il nostro simbolo all’interno della lista unitaria dei liberali e popolari.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 05 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.