Confermata in Appello la condanna all’imprenditore di Lonate Cataldo Casoppero

Confermata la partecipazione all'associazione mafiosa per l'imprenditore edile originario di Cirò Marina. Confermate anche le pene per i coimputati

Milano generica

Condanna confermata in appello per Cataldo Casoppero. Come in primo grado i giudici hanno confermato l’intero impianto accusatorio della Dda di Milano condannandolo a 14 anni di reclusione
Confermate le condanne anche per i due De Novara, Antonio a 6 anni mentre per Cristoforo è scesa a 7 anni e 6 mesi. Confermate le pene anche per Sandra Merte a 2 anni e 6 mesi e Giandomenico Santoro.

Secondo gli inquirenti l’imprenditore edile cirotano, residente a Lonate Pozzolo, sarebbe stato a disposizione dell’associazione mafiosa guidata da Vincenzo Rispoli e da Emanuele De Castro (poi diventato collaboratore di giustizia) ma per l’avvocato Arrigoni questo presupposto non sarebbe sufficiente a provare la sua partecipazione al sodalizio criminale e proprio per questo è convinto che in Cassazione il giudizio venga modificato.

Finanziatore, consigliere e mediatore della ‘ndrangheta. Ecco perchè Casoppero è stato condannato

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.