La Eolo-Kometa è pronta per la sua prima “classica monumento”: il Giro di Lombardia

La squadra varesina sarà impegnata sabato 9 nella "classica delle foglie morte" su un percorso molto duro. Attesa per Fortunato, in gara anche Ravasi oltre a Chirico (con la Androni). Al Gran Piemonte vinto da Wells ultima da "pro" per Belletti

Tre Valli Varesine 2021 busto arsizio

Sabato 9 ottobre – con partenza da Como e arrivo a Bergamo – si disputa l’ultima delle cinque “classiche monumento” del ciclismo mondiale, lo storico Giro di Lombardia giunto alla 115a edizione e, da qualche anno, ribattezzato semplicemente “Il Lombardia”. Una corsa ambitissima e con una lista iscritti da far paura, nella quale troveranno posto anche gli atleti della Eolo-Kometa.

Per la squadra di matrice varesotta, il Lombardia ha una valenza particolare: il team di Ivan Basso non aveva ricevuto l’invito per la Milano-Sanremo di inizio stagione e quindi si trova per la prima volta ad affrontare una “monumento”. Per questo motivo un gruppetto di corridori si è già allenato sul percorso (previste ben sette salite, con il Ghisallo in avvio e con Passo Ganda e Colle Aperto a decidere il finale) prendendo le misure a un tracciato molto duro, lungo 239 chilometri con ben 4.500 metri di dislivello.

Le convocazioni del ds Zanatta vanno in questa direzione: largo quindi agli scalatori con Lorenzo Fortunato nei panni dell’uomo più atteso. Il “re dello Zoncolan” ha provato la gamba alla Tre Valli e al Lombardia cercherà di mantenere i ritmi dei migliori. Con lui anche il nostro Eddy Ravasi che proverà a chiudere l’anno con una bella prestazione e che al pari di Francesco Gavazzi (altro convocato) e dello stesso Fortunato ha già corso in più occasioni la “Classica delle foglie morte”. Con il numero sulla schiena anche Davide Bais – chissà se proverà ad animare una fuga come suo solito – il britannico Mark Christian e l’ungherese Erik Fetter.
In gara, oltre a Ravasi, ci sarà un secondo corridore della provincia di Varese, il valceresino Luca Chirico con le insegne della Androni Giocattoli-Sidermec mentre Alessandro Covi non è stato convocato dalla UAE Emirates.

Tanti i grandi nomi al via da Como: ci saranno Alaphilippe ed Evenepoel nella Deceuninck-Quick Step, il trio Yates-Moscon-Geoghegan Hart nella Ineos-Grenadier, i due super sloveni Pogacar (UAE-Emirates) e Roglic (Jumbo-Visma) e ancora i vari Chaves, Quintana, Uran, Pinot, Nibali, Valverde, Pozzovivo, Bakelants, Wellens e compagnia pedalante.

L’ULTIMA DI BELLETTI

Sempre in casa Eolo, oggi è andata in scena la corsa di addio di Manuel Belletti: il velocista romagnolo aveva già annunciato l’addio al ciclismo e il “Gran Piemonte” con arrivo a Borgosesia è stata la sua ultima gara. La squadra azzurro-verde gli ha tributato una festa sul pullman prima della partenza e ha provato a condurlo fino alla volata: purtroppo il gruppo si è spezzato in due – nelle prime posizioni – a causa di uno spartitraffico all’ultimo chilometro e Belletti non è riuscito a disputare lo sprint terminando a 13″ dai primi. La gara è andata al britannico Walls della Bora-Hansgrohe al termine di un testa a testa con Giacomo Nizzolo; podio completato dall’olandese Kooij.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.