Ignazio Cassis, ticinese con origini luinesi, sarà il nuovo presidente della Svizzera

Ignazio Cassis sarà presidente della Confederazione elvetica per il 2022. È il quinto politico originario del Canton Ticino a ricoprire questa carica

ignazio cassis

Nella giornata di domani, mercoledì 8 dicembre, Ignazio Cassis sarà eletto alla presidenza della Confederazione elvetica per il 2022. Succede a Guy Parmelin.

Ticinese, nato a Sessa nel Luganese, (ma con un legame anche con l’Italia e il Varesotto, il padre infatti è originario della frazione di Longhirolo di Luino mentre la madre è della provincia di Bergamo), Cassis ha rivestito negli ultimi anni cariche importanti nel Governo della Svizzera: dal 2017 è stato a capo del Dipartimento degli affari esteri e il 9 dicembre 2020 è stato eletto Vicepresidente della Confederazione per l’anno 2021.

Di professione medico, Cassis ha ricoperto alla fine degli anni Novanta la carica di medico cantonale del Ticino e successivamente una serie di incarichi in ambito sanitario, tematica rimasta centrale anche nella sua attività istituzionale. L’impegno politico lo ha visto protagonista nelle file del Partito Liberale Radicale. È stato eletto nel 2011 in Consiglio Nazionale del Canton Ticino e nel 2017, rinunciando alla cittadinanza italiana, si è candidato ed è entrato nel Consiglio federale elvetico.

Con la sua elezione di domani per la Svizzera sarà di nuovo, dopo 24 anni, una presidenza in capo a uno svizzero italiano. Ignazio Cassis è il quinto ticinese a rivestire questo incarico (Qui tutti i presidenti originari della Svizzera Italiana).

 

 

di
Pubblicato il 07 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lenny54

    Sara’ anche nato a Sessa, ma il sangue e’ al 100% italiano. Ci saran rimasti male i leghisti ticinesi? E i leghisti italiani cosi’ contrari allo ius soli?

  2. Scritto da Viacolvento

    Cassis è diventato cittadino svizzero a 15 anni non per ius soli, inesistente nella Confederazione.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.