Indagine su Eolo, archiviate anche le accuse di truffa e furto

Dopo tre anni si chiude la vicenda giudiziaria che ha coinvolto la società provider internet e il suo ceo Luca Spada. Tutte le ipotesi di reato sono state archiviate

luca spada 2018

Il giudice per le indagini preliminari ha deciso di accogliere la richiesta di archiviazione del pubblico ministero Ciro Caramore in merito all’indagine su Eolo e sul suo amministratore delegato Luca Spada per furto di frequenze e truffa.

Indagine su Eolo, chiesta l’archiviazione anche per le ipotesi di truffa e furto

Si chiude definitivamente, dunque, una vicenda iniziata nel 2018 con la Procura di Busto Arsizio che aveva fatto partire approfondimenti a seguito di un esposto da parte del concorrente Linkem. Dopo una prima archiviazione per il reato di turbata libertà del commercio ecco che arriva anche quella per gli altri due reati contestati.

La notizia dell’arresto di Luca Spada, che fu messo ai domiciliari per una settimana, fece molto scalpore all’epoca. Ora questo capitolo è definitivamente chiuso.

“Mi avevano tolto la libertà ma non la voglia di fare impresa”

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.