La Eolo Kometa all’esordio 2022: Albanese e Lonardi i più attesi a Valencia

Domenica 23 gennaio si disputa la Classica Valencia 1969 sulla distanza dei 175 chilometri. Il team di matrice varesotta pronto a dare battaglia: ecco gli otto convocati

eolo kometa 2022

È già il momento di fare sul serio per la Eolo-Kometa e per le altre formazioni del ciclismo professionistico: i tempi in cui il calendario agonistico iniziava verso fine febbraio sono ormai passati e, anche in Europa, fin da gennaio è tempo di stringere le scarpette e sfidarsi per i primi traguardi ufficiali a partire da quello di Valencia.

E così, domenica 23, la squadra basata nel Varesotto dovrà essere pronta a dare battaglia sulle strade della Clàssica Valencia 1969, gara in linea di 175 chilometri che scatta da La Nucia in provincia di Alicante (vicino a Benidorm, dove Bugno vinse l’iride) e arriva proprio nella città spagnola, a pochi passi dalla costa sulla quale i corridori diretta da Ivan Basso si sono allenati in quest’ultimo periodo.

La prova spagnola sarà fondamentalmente destinata a un arrivo in volata, anche se nella prima metà di gara non mancano due asperità (il Tarbena-Coll de Rates e l’Alto de Barx) che affaticheranno i corridori, non ancora in piena forma in questo periodo dell’anno. Poi però la strada sarà pressoché pianeggiante negli ultimi 75-8o chilometri e a quel punto andrà valutata la condizione delle ruote più veloci, in vista di un probabile sprint finale.

giovanni lonardi ciclismo eolo kometa 2022

Per questa ragione, in casa Eolo il primo nome da tenere presente è sicuramente quello di Giovanni Lonardi (nella foto), uno dei nuovi acquisti del 2022: il corridore di Verona, 25 anni e tre successi tra i “pro”, è il velocista designato del team in maglia azzurra. E al suo fianco avrà anche l’esperto Mirco Maestri, altro volto nuovo ed ex compagno di Lonardi nella Bardiani, in grado di spianare la strada prima dell’arrivo.

Tra i convocati della Eolo-Kometa spicca però anche Vincenzo Albanese, una delle principali punte della squadra. Il corridore salernitano può dire la sua anche allo sprint ed è l’uomo più rappresentativo (visti i risultati 2021) tra quelli in gara con il team italiano. «È importante iniziare bene, per tutto ciò che significa dopo aver lavorato duramente durante l’inverno – spiega “Alba” – Siamo pronti a fare bene e sono sicuro che la squadra darà tutto. Io credo di avere l’esperienza per gestire la gara nei momenti più delicati, per aspettare il momento e giocare le nostre carte vincenti quando arriva l’occasione».

Tra gli otto partecipanti della Eolo alla Classica Valencia 1969 ci sono anche gli spagnoli Sergio Garcia e Diego Pablo Sevilla, l’ungherese Marton Dina, il portoghese Daniel Viegas e l’italiano Davide Bais, specialista nell’entrare nelle fughe da lontano. Lo scorso anno la Eolo-Kometa tenne cucita la corsa con altre formazioni e ottenne un discreto sesto posto con Pacioni (vinse il francese Manzin della Total Direct) in quella che fu la prima gara assoluta del team varesotto.

Sulle strade valenciane non saranno al via formazioni del World Tour, e questa è una buona notizia sia per la Eolo sia per le concorrenti, ma proprio questa situazione può aprire la corsa a numerose soluzioni. Insieme ad Albanese e soci c’è un’altra attesa squadra italiana, la Bardiani-Csf-Faizane con Visconti, Modolo e Fiorelli. E poi i team Professional spagnoli (Euskaltel, Kern Pharma, Caja Rural, Burgos-BH) e francesi (Total Energies, Arkea-Samsic) ad innalzare il livello. La sfida è lanciata, e attenzione anche a un meteo che si annuncia nuvoloso e con un po’ di pioggia, altra variabile di cui tenere conto.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.