Spaccio nei boschi di Mornago, arrestato l’ottavo componente del gruppo

Il 26enne marocchino, anche lui clandestino e senza fissa dimora, è stato fermato a Milano. Aveva un ruolo di vertice nel gruppo

carabinieri luino valcuvia spaccio nei boschi

Anche l’ottavo componente della banda di spacciatori marocchini che operavano nei boschi tra Mornago, Casale Litta e Crosio Della Valle è finito in manette. Si tratta di un 26enne anch’egli marocchino, considerato il vertice del gruppo che operava dalla mattina alla sera, dormendo direttamente nell’area boschiva. È stato fermato a Milano dai Carabinieri.

Spaccio nei boschi tra Mornago, Crosio della Valle e Casale Litta: 7 persone fermate

Secondo gli inquirenti, infatti, l’odierno arrestato aveva il compito di ricevere i carichi di droga e trasformarla in dosi singole che poi venivano recapitate agli spacciatori al minuto. Sarebbe lui, dunque, a tenere i contatti con i livelli superiori dell’organizzazione.

Anche il 26enne, come tutti gli altri, è irregolare sul territorio e senza una dimora fissa: l’ennesimo fantasma di tutta questa vicenda del quale si sa ben poco.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.