Benvenuta alla piccola Gaia: è la 150° residente di Duno

L’evento che riguarda tutta la comunità è avvenuto venerdì. L’anno scorso un’altra nascita. Il sindaco Dolce: “Segni di ripartenza per le nostre valli”

duno

A Duno, una nascita, è l’evento dell’anno che supera come importanza la notte degli Oscar o Sanremo. Ma nel piccolo paese della Valcuvia, in mezzo alle montagne, ci stanno facendo l’abitudine dal momento che l’ultima nascita risale solo a un anno fa, una bimba, proprio come la piccola Gaia venuta alla luce venerdì scorso e che è la 150° residente del paese.

«Tra tante notizie tristi e preoccupanti a cui siamo oramai purtroppo abituati in questi giorni, a Duno ne abbiamo una lieta: una nuova vita è sbocciata in paese, quasi a voler salutare la primavera e a volerci ricordare che, sopra alle nubi, anche se scure e minacciose, c’è sempre il cielo azzurro, con il sole che splende e scalda i cuori. E’ venuta alla luce la piccola Gaia: a lei, e ai suoi genitori, Luca ed Eliana, vanno gli auguri e le felicitazioni per questo lieto evento, da parte di tutta la comunità e dell’Amministrazione Comunale di Duno», commenta il sindaco del paesino, Marco Dolce. Il quale, però, oltre alla grande felicità, non si scompone più di tanto.

Duno

«Sempre più coppie scelgono di venire a vivere a Duno», spiega il primo cittadino. «Si tratta di coppie nelle quali uno dei due componenti, a volte lui, a volte lei, è originario di Duno. Questo mi fa ben pensare al fatto che la scelta, sia pur radicale, di privilegiare la vita in un piccolo paese, a fronte di oggettivi sacrifici anche logistici, permetta di crescere i propri figli in mezzo alla natura e in un contesto sociale davvero unico. Mi auguro che questa tendenza, questo piccolo grande segno di ripartenza, sia da auspicio per convincere sempre più giovani a vivere qui da noi».

Il colpo di scena arriva al momento della richiesta del computo generale dei residenti: «Devo chiedere all’anagrafe, dal momento che di recente abbiamo avuto un nuovo residente, oltre alla piccola Gaia». Difatti pochi minuti dopo la notizia, che fa cifra tonda: «Siamo in 150».

Andrea Camurani
andrea.camurani@varesenews.it

Un giornale è come un amico, non sempre sei tu a sceglierlo ma una volta che c’è ti sarà fedele. Ogni giorno leali verso le idee di tutti, sostenete il nostro lavoro.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Marzo 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.